facebook twitter rss

L’U19 Cobà prosegue in
Coppa Italia, superato
l’ostico Acqua & Sapone

CALCIO A 5 - Con il tonico risultato di 9 - 4 i "piccoli squali" hanno avuto la meglio dei quotati pari età dirimpettai. Tutta la soddisfazione della dirigenza
giovedì 25 Gen 2018 - Ore 02:50
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Grandissima impresa degli Small Sharks di mister Cintio che superano il turno di Coppa Italia battendo per 9-4 i nerazzurri dell’Acqua e Sapone, guidati da mister Di Eugenio. Un’altra partita epica, come nel loro dna, quella andata in scena questa sera alla Cobà Arena.

Applausi a scena aperta hanno salutato il ritorno negli spogliatoi a fine gara dei piccoli Squali che con concentrazione, tecnica e ritmo hanno battuto i quotatissimi pari età abruzzesi al termine di due frazioni in cui sono stati sempre lucidi e determinatissimi.
Quondamatteo, Torresi, Boutimah, Zacheo e Mancini il quintetto iniziale designato a difendere i colori del Futsal Cobà.
Subito pericolosi i padroni di casa, vicini al gol in più occasioni, con il portiere ospite spesso chiamato agli straordinari per evitare il sorprendente (visto il rango degli avversari, emanazione della prima squadra militante in Serie A) vantaggio locale.

Vantaggio che però meritatamente arrivava grazie ad una prodezza di Mancini su assist di Zacheo, mentre Quondamatteo riusciva, senza troppi affanni e aiutato da una difesa super, a sventare ogni sortita verso il suo specchio. Erano anzi gli Squaletti a sfiorare il raddoppio grazie ad ottime trame offensive e alla grande abnegazione di tutti gli elementi, uniti e compatti per la conquista di un obiettivo prestigioso.

Il pareggio ad opera del pivot dell’Acqua e Sapone non scalfiva infatti il cuore Sharks, pronto ad andare oltre l’ostacolo e respingere il prevedibile assalto ospite dopo l’1-1. La Lince Boutimah riportava poco dopo il Futsal Cobà in vantaggio approfittando di una ribattuta del portiere nerazzurro ed era un tiro libero del capitano Torresi a siglare il definitivo 3-1 con cui si concludeva la prima frazione.

Nella ripresa, mentre ci si sarebbe aspettati una veemente reazione ospite, uno strabiliante è incontenibile Mancini andava per quattro volte in gol, ispirato rispettivamente prima da un ottimo Zacheo, poi da Parfenyuk e per finire incuneandosi senza pietà tra le maglie della retroguardia abruzzese. Il risultato di 7-1 a 10′ dal termine era chiarissima espressione di quanto mostrato in campo, con l’Acqua e Sapone costretta a ricorrere alla pericolosa carta del portiere di movimento. 

Carta che consentiva loro di siglare due reti, accorciando sul punteggio di 8-3, perché nel frattempo implacabile il Gladiatore Zacheo aveva fatto calare l’ennesimo sigillo sul match odierno quando mancavano poco più di 5′ dalla sirena. Il definitivo 9-4 avveniva solo grazie ad un rigore concesso agli ospiti, mentre la doppietta personale di Boutimah autografava la nona marcatura.

Un successo da festeggiare e ricordare per gli Small Sharks, usciti nel tripudio di tutto il palazzetto. “I nostri ragazzi hanno fatto una partita strepitosa – il commento a caldo del presidente De Robertis –, un risultato incredibile per i piccoli Squali che hanno battuto una formazione dalle grandi qualità come Acqua e Sapone dando fondo a tutte le loro energie e al loro cuore Sharks. Lottando su ogni pallone hanno passato il turno riempiendoci di orgoglio, interpretando la gara al meglio e regalandoci l’ennesima grande emozione di questa stagione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X