facebook twitter rss

Imu e Ici sull’ex Fim, Felicioni alla carica

PORTO SANT'ELPIDIO - Il leader del Laboratorio civico ha iniziato in queste settimane ad intervenire su diversi temi sentiti a Porto Sant'Elpidio e tra questi, di certo l'ex Fim rappresenta uno dei terreni più caldi
giovedì 1 Feb 2018 - Ore 10:52
Print Friendly, PDF & Email

Alessandro Felicioni

Dodici anni di contenziosi sull’Imu e l’Ici, le azioni che l’Amministrazione comunale avrebbe potuto mettere in campo ed i dubbi sui progetti futuri. Sono alcune delle questioni poste dal candidato sindaco Alessandro Felicioni, che si prepara, questa sera a Villa Baruchello, al primo incontro con la cittadinanza in cui presenterà il suo progetto per la città. Il leader del Laboratorio civico ha iniziato in queste settimane ad intervenire su diversi temi sentiti a Porto Sant’Elpidio e tra questi, di certo l’ex Fim rappresenta uno dei terreni più caldi. Felicioni ricorda come ci siano debiti “Imu per circa un milione di euro. Per il 2012 il comune ha emesso un avviso di accertamento di circa 130 mila euro”. Secondo il candidato civico, l’Amministrazione comunale avrebbe potuto muoversi diversamente, perchè “se pur non definitive, le somme dovute (quanto meno quelle fino al 2011) potrebbero essere richieste coattivamente alla proprietà, anche con azioni esecutive. Invece non solo non ci si è attivati per il recupero, ma addirittura è stata concessa alla Fim, con delibera di giunta del 2015, la sospensione di sanzioni ed aggi ed una rateizzazione in 72 mesi per una parte del debito. Per legge la rateizzazione viene data in situazioni di difficoltà finanziaria”.
Felicioni chiude, tenuto conto del prolungato contenzioso, chiedendo se ci siano in effetti le condizioni perché si concretizzi per l’area Fim “Il faraonico progetto di cui si parla”. Infine, l’ultimo interrogativo: “Quale potrebbe essere la reazione a questa situazione di tutti quei piccoli imprenditori che faticano ad ottenere una rateizzazione dall’ex Equitalia per i propri debiti fiscali, per l’intero e senza sospensione di alcunché?”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X