facebook twitter rss

Furbetti dei rifiuti,
emessi 23 verbali per abbandono sul territorio

SANT’ELPIDIO A MARE – Per ogni verbale è stata emessa una sanzione pecuniaria. L'assessore Verdecchia: “Continueremo a mettere in campo tutte le azioni politico-amministrative necessarie per sensibilizzare la cittadinanza alle tematiche del rispetto dell’ambiente"
venerdì 2 Febbraio 2018 - Ore 12:58
Print Friendly, PDF & Email

 

A seguito di mirati controlli sull’abbandono dei rifiuti lungo le strade o in aree periferiche della città, personale del corpo di Polizia Locale, in sinergia con la società Ecoelpidiense che gestisce il servizio di raccolta, ha elevato nei mesi di dicembre 2017 e gennaio 2018, 23 verbali amministrativi ai quali si aggiungono i tre comminati in questi giorni e che saranno notificati all’inizio della prossima settimana. Per ogni verbale è stata emessa una sanzione pecuniaria.

“Ringraziamo i cittadini per le molteplici segnalazioni inviate – dice il Sindaco, Alessio Terrenzi – e per gli elementi forniti, utili per poter individuare gli autori degli illeciti e colgo l’occasione per invitare a far pervenire ulteriori segnalazioni direttamente al corpo di Polizia Locale al numero 0734.8196272 e non sui social network. I comportamenti scorretti vanno sanzionati e intendiamo continuare ad effettuare un controllo il più capillare possibile in tutto il territorio. La collaborazione dei cittadini è importante soprattutto perché viviamo in un territorio molto decentrato ed ogni segnalazione è preziosa”.
L’analisi degli accertamenti compiuti permette di considerare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti di tipo culturale o, meglio, di scarso senso civico di alcuni cittadini disinteressati a mantenere il decoro di quei luoghi ove gli stessi, tutti i giorni, vivono con i propri figli e con le loro famiglie.
“Continueremo a mettere in campo tutte le azioni politico-amministrative necessarie per sensibilizzare la cittadinanza alle tematiche del rispetto dell’ambiente – aggiunge l’Assessore Matteo Verdecchia – ma altrettanto ad attuare una forte repressione di tutti quei comportamenti che sono contrari alle regole che questa comunità cittadina sente come bene comune, per una corretta convivenza civile. Si tratta di comportamenti che danneggiano tutti visto che vanno a danneggiare l’ambiente in cui tutti noi viviamo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X