facebook twitter rss

Il Bramante Pesaro impone la
legge domestica alla Sutor

SERIE C SILVER - Terzo quarto da dimenticare quello disputato dalla formazione di coach Marco Ciarpella al palas Baia Flaminia. Matura dunque una nuova sconfitta, da riscattare contro Pedaso alla Bombonera veregrense, eccezionalmente domenica prossima alle 18.00 anziché al consueto appuntamento del sabato sera
sabato 3 Febbraio 2018 - Ore 22:03
Print Friendly, PDF & Email

PESARO – La Sutor non riesce più ad uscire dal tunnel fatto di brutte prestazioni. È successo anche questa volta al palas Baia Flaminia , dove i gialloblù disputano una partita mediocre (che normalmente non permette di portare a casa i due punti in un campo tale) contro un ottimo avversario assetato di vittorie. La sconfitta odierna fa il paio con il -6 dell’andata, confermando di fatto come le prestazioni dei veregrensi siano stati inferiori in entrambi i match rispetto alla grinta dei pesaresi.

La partita, trasmessa in diretta Facebook, è stata decisa solo nel terzo periodo di gioco quando i padroni di casa hanno piazzato il break vincente. La Bramante continua così la propria striscia di vittorie consecutive (conquistate con Fossombrone e Pisaurum) contro una Sutor incapace ancora una volta di ritrovare le giuste motivazioni che avevano fatto da protagonista per tutto il girone d’andata. Coach Nicolini può ritenersi soddisfatto: il bel gioco c’è e la squadra si potrà togliere soddisfazioni da qui al termine della stagione. Dall’altra parte i montegranaresi non riescono a spazzare via il periodo nero dal punto di vista delle prestazioni (troppo opache ed incolori nelle ultime due uscite contro Castelfidardo e Falconara) e si presentano nel peggiore dei modi all’importante sfida casalinga di domenica contro Pedaso.

IL TABELLINO

BRAMANTE PESARO 83: Gennari 2, Ricci 15, Crescenzi 11, Morgillo 13, Ceccolini, Ndaw 2, De Gregori 8, Giacomini ne, Moretti 16, Nicolini 8, Cambrini 8, Volpe n. All. Nicolini M.

SUTOR MONTEGRANARO 65: Lupetti 2, Lelli ne, Rossi 8, Selicato 14, Falappa A., Bartoli 22, Falappa ne, Temperini 12, Pagliaricci ne, Capancioni, Grande 2, Cataldo 5. All. Ciarpella

PARZIALI: 19 – 19, 19 – 18, 22 – 9, 23 – 19

LA CRONACA

I primi dieci minuti di gioco si sono contraddistinti per un sostanziale equilibrio, con le due compagini attente in difesa ma non molto precise al tiro. Nella seconda frazione i biancoblù di casa provano subito a scappare: qualche buon tiro di Ricci e diverse ottime circolazioni di palla portano i pesaresi sul +7 a metà periodo. Soltanto la grinta di Bartoli e la buona regia di Rossi riportano il risultato in parità: 38-37 a fine primo tempo.

Proprio quando era necessaria una scossa per riportare la partita sui binari giusti, la Sutor si dimentica quanto di buono visto fino a quel momento, lasciando di fatto piena libertà a Pesaro di fare il bello ed il cattivo tempo in campo. Il terzo periodo, vinto dai padroni di casa 22-09, risulterà fatale ai gialloblù di coach Ciarpella, che non riusciranno più ad avvicinarsi sotto la soglia dei 6 punti di scarto per tutta la partita.

Il -14 con cui si apre l’ultima frazione di gioco rimarrà sostanzialmente invariato per tutti i restanti dieci minuti, con gli ospiti che sul finale rischiano addirittura l’imbarcata (privi di Bartoli, tenuto in panchina dopo una brutta caduta sotto canestro). Il match termina 83-65 fra la delusione generale dei tanti tifosi accorsi alla storica palestra di Baia Flaminia.

Ora qualche giorno di riposo prima della ripresa degli allenamenti (fissata per martedì) in vista del prossimo delicatissimo match contro Pedaso alla Bombonera, che eccezionalmente per la settimana entrante verrà disputato domenica 11 febbraio alle 18.00 anziché sabato sera.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X