facebook twitter rss

Pinturetta bestia nera del Servigliano
Lorese, al Beletti finisce in parità

PROMOZIONE - Apre Andrea Mancini dopo tre minuti con l'ennesima magia da calcio d'angolo e a poco dal termine Raffaele Cerbone ristabilisce l'equilibrio. Finisce 1-1. Un punto che muove la classifica ma che non fa contento nessuno
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SANT’ELPIDIO – Il terzo ed ultimo atto (per quanto riguarda questo anno) tra Pinturetta e Servigliano Lorese conferma quanto messo in scena nei primi due: il San Marco non sa vincere con gli elpidiensi. All’andata in campionato finì in parità (2-2), il 23 novembre scorso i rivieraschi in Coppa Italia Promozione eliminarono la formazione di Amadio, strappando un pass per la semifinale con l’Helvia Recina. Quest’oggi, nulla di nuovo, più del pari non si è riusciti a fare.

Altra costante del derby fermano è legata al nome di Andrea Mancini. In gol all’andata, autore dell’assist su calcio d’angolo per il gol di Matteo Olivieri in coppa e a segno anche oggi con quella che ormai è diventata la sua specialità: il gol direttamente dalla bandierina del corner. 

La Pinturetta gioca un pregevole primo tempo, poi, come spesso accade dalle parti del Belletti, nella ripresa accusa un calo fisico e di attenzione. Solo nelle ultime tre gare gli uomini di Fontana hanno subito 8 reti (sulle 9 complessive) nei secondi quarantacinque minuti. L’1-1 all’intervallo con il Potenza Picena, a fine gara si è trasformato in un tris giallorosso. Lo 0-0 di domenica scorsa al momento del duplice fischio contro l’Helvia Recina, è diventato un sonoro 5-0 per i maceratesi. Oggi in vantaggio dal terzo minuto del primo tempo, i rivieraschi sono capitolati a sette minuti dal novantesimo. Un po’ il remake della gara di andata, dove al Settimi di Servigliano la Pinturetta conduceva per due reti a zero e nel finale veniva rimontata sul 2-2 dai gol di Jallow e Simonelli.

Un punto che serve a poco ad entrambe, ma se non altro muove la classifica: il Servigliano Lorese mantiene il secondo posto solitario e la Pinturetta aggancia il Trodica in terzultima posizione.

L’esultanza di Raffaele Cerbone

IL TABELLINO

PINTURETTA 1 (4-4-2): Luca Vallesi; Cancellieri, Cardinali, Alessandro Vergari, Benigni; Postacchini (28′ st Rakipi), Eros Vergari, Andrea Mancini (35′ st Gobbi), Dragjoshi; Marilungo (42′ st Carlo Olivieri), Spagna. A disposizione: Iacopini, Halili, Eboua, Matteo Olivieri. All. Daniele Fontana

SAN MARCO SERVIGLIANO LORESE 1 (4-3-3): Carnevali; Bruni (29′ st Mangiola), Fortunati, Sgammini (42′ pt Finucci), Iommi; Quadrini, Aloisi, Niccolò Mancini (44′ st Pettinari); Frascerra, Cerbone, Atragene (13′ st Jallow). A disposizione: Innamorati, Bah, Tidiane, Jallow. All. Peppino Amadio

RETI: 3′ pt Mancini, 38′ st Cerbone

ARBITRO: Gavino Scodino di Sassari; assistenti Stefano Morganti di Ascoli Piceno, Fabio Ascarini di Ascoli Piceno

NOTE: Ammoniti Marilungo, Andrea Mancini, Fortunati; corner 5 – 7; recupero +2′ +4′

LA CRONACA

Nella diciannovesima giornata del girone B di Promozione, Pinturetta e Servigliano Lorese si sfidano con obiettivi contrapposti ma ugualmente importanti: la Falcor per guadagnare punti salvezza, il San Marco per tenere la scia del Potenza Picena nelle parti nobili della classifica. Mister Fontana schiera un 4-4-2 lasciando il peso dell’attacco sulle spalle di Marilungo e Spagna. Nella sponda ospite, Amadio conferma il consueto 4-3-3, ma con Iacoponi assente la fase offensiva gravita verso il tridente Frascerra, Cerbone, Atragene.

Dopo appena tre giri di lancette, Mancini mette in chiaro le cose con Aloisi. Chi da calcio d’angolo ferisce, dalla bandierina perisce. Se Ivano Aloisi nell’ultima gara contro la Jrvs Ascoli aveva pennellato un arcobaleno da corner direttamente in porta, oggi Andrea Mancini non risulta da meno e, come già ha mostrato in altre occasioni, riesce a sorprendere il portiere avversario direttamente dall’angolo con un spiovente indirizzato sul secondo palo. A vantaggio acquisito i padroni di casa sfiorano il bis a più riprese sempre dai piedi di Spagna, che in ben tre occasioni impegna Carnevali all’intervento. Il San Marco non riesce ad entrare in partita: al 36′ ci prova Iommi con il sinistro ma Vallesi si rifugia in corner, mentre al 43′ è sempre l’estremo locale ad intervenire in due tempi sulla conclusione con il piede sordo di Atragene.

Nella ripresa inizia una partita diversa: la Pinturetta si farà vedere solo in due occasioni con un corner pericoloso di Mancini e un tiro di Spagna respinto con i pugni da Carnevali, mentre il Servigliano Lorese darà vita ad un monologo offensivo. Al 14′ st Jallow con il mancino da dentro area sfiora il palo alla sinistra di Vallesi, quattro minuti più tardi è ancora l’estremo elpidiense a mettere la manona sul tentativo di Frascerra. Al 24′ Cerbone da palla inattiva innesca un destro al veleno che il solito Vallesi prolunga in corner. Alla mezzora del secondo tempo Aloisi verticalizza, Cardinali di testa va a vuoto e spalanca la porta a Cerbone, che a tu per tu con Vallesi spedisce miseramente alto. Passano otto minuti e il Servigliano replica l’azione: questa volta è Niccolò Mancini ad effettuare il filtrante a mezza altezza per Cerbone che tocca la sfera di testa quel tanto che basta per mettere fuori causa Vallesi, infilandolo sul palo più lontano. Nel finale gli ospiti ci credono e su un tiro innocuo di Pettinari, Vallesi rischia di combinarla grossa, ma il triplice fischio ghiaccia il risultato in parità.

Leonardo Nevischi

Fotogallery 

Calcio di punizione battuto da Cerbone…

… la palla sorvola la barriera, scende…

… ma Vallesi fa buona guardia e in tuffo mette in corner

La rete messa a segno da Raffaele Cerbone

L’esultanza del Servigliano Lorese al gol del pareggio

Il tiro in teoria non irresistibile di Pettinari che termina tra le braccia di Vallesi

Vallesi si lascia sfuggire la palla e di poco non spalanca la porta a Jallow


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X