fbpx
facebook twitter rss

Premier e commissario alla Ciip
per il nuovo acquedotto del Pescara

ASCOLI - Si avvicina il risanamento dell'importante condotta idrica che rifornisce di acqua gran parte delle province di Ascoli e Fermo danneggiata dal sisma del 2016. Il progetto ha già ricevuto il via libera da parte dell'ufficio speciale ricostruzione
Print Friendly, PDF & Email

La presentazione del progetto al premier

Dopo l’incontro a Monticelli, il presidente Gentiloni e il commissario straordinario alla ricostruzione, Paola De Micheli, si sono recati alla sede centrale della Ciip spa, l’azienda che gestisce tutto il ciclo delle acque. Qui sono stati accolti dal presidente Giacinto Alati e dai tecnici che hanno illustrato il funzionamento del sistema di telecontrollo aziendale e l’importante progetto di risanamento della condotta dell’“Acquedotto del Pescara”, condotta gravemente danneggiata dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi. «Il progetto in questione -informa il presidente Alati- è stato valutato positivamente dai tecnici per la ricostruzione, De Angelis e Maroni, ed è stata data ampia disponibilità al relativo finanziamento per un’opera strategica finalizzata all’approvvigionamento idrico del territorio Piceno e Fermano».

Gentiloni e Alati

Tale importante obiettivo aziendale è stato reso possibile grazie alle capacità tecniche ed amministrative messe in campo dalla Ciip riconosciute dai referenti della ricostruzione che hanno vagliato in maniera capillare i progetti e la documentazione amministrativa-contabile degli stessi.

«Il Progetto del Pescara – dice sempre Alati – rappresenta un’importante prospettiva per il futuro, sintesi dell’unità tra le Province di Ascoli e Fermo, rappresentate nell’occasione dal Prefetto di Ascoli Rita Stentella, dall’on. Francesco Verducci, dall’on. Luciano Agostini, dal Presidente della Provincia Paola D’Erasmo e dal Sindaco di Ascoli Guido Castelli e dalla Vice Presidente della Giunta Regionale delle Marche, Anna Casini.

L’acquedotto del Pescara (foto da Ciip spa)

Ho ringraziato – conclude il presidente – i rappresentanti dello Stato, per l’impegno con cui si sono adoperati per assicurare alla CIIP spa i finanziamenti necessari per effettuare gli investimenti previsti sugli impianti lesionati e ritenuti indispensabili per il soddisfacimento idrico di tutto il territorio gestito dalla CIIP spa. Si ringrazia, in particolare il Commissario Straordinario per la ricostruzione (chiamata affettuosamente dallo stesso Alati “La Paola”) per la disponibilità dimostrata per la risoluzione della problematica».

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X