facebook twitter rss

Poderosa c’è il terzo stop,
l’Unieuro detta la legge domestica

SERIE A2 - Avvio sopra le righe della XL Extralght, acciuffata dai padroni di casa prima del riposo lungo e surclassata dagli stessi nel terzo periodo. Sali e scendi di emozioni durante l'ultima fase di gioco ma la scalata non riesce. Arriva così la nuova sconfitta consecutiva dopo la debacle di Verona ed il blitz della De' Longhi effettuato mercoledì scorso al PalaSavelli
domenica 11 febbraio 2018 - Ore 19:47
Print Friendly, PDF & Email

Il momento con l’esecuzione dell’inno Nazionale prima della contesa

FORLI’ – Rilanciare la classifica dopo lo stop di Verona, registrato domenica scorsa, ed il disco rosso infrasettimanale patito per mano della De’ Longhi sul fondo amico del PalaSavelli. Queste le premesse della sfida appena chiusa dal quintetto di Gabriele Ceccarelli, seguita da una discreta presenza di montegranaresi ( circa cento sui 2.500 presenti ), ma culminata con una nuova amarezza nonostante l’avvio pimpante. Le fiches per la pronta ripartenza sono tutte puntate, ora, sul derby delle Marche in programma domenica prossima a Porto San Giorgio contro Jesi.

IL TABELLINO

UNIEURO FORLI’ 95: Diliegro 8, Castelli 8, Fallucca 4, Naimy 15, Campori, Jackson 29, Bonacini 14, Severini 12, Thiam, Pinza ne, De Laurentiis 5. All. Valli

PODEROSA XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 84: Scocco ne, Rivali 3, Campogrande 7, Maspero 4, Treier, Zucca 2, Corbett 25, Amoroso 9, Powell 34, Altavilla ne, Gueye. All. Ceccarelli

PARZIALI: 26 – 27, 20 – 19, 30 – 15, 19 – 23

LA CRONACA

Il 2 – 10 dopo pochi minuti di gioco ( precisamente 2’55” ) certifica la rottura della passiva inerzia iniziale che, solitamente, ha caratterizzato gli avvii sornioni della Poderosa di stagione. Coach Valli è dunque costretto al time out per arginare una XL Extralight già a scappare via con un Powell rivestito di argento vivo in fase offensiva e capitan Amoroso a guidare l’artiglieria a disposizione della retroguardia. Jackson e Castelli si fanno così carico della riscossa locale, con un parziale a ricucire le distanze sul 19 – 21 anche grazie al contributo di Bonacini, armato della cinicità tale da fare repentinamente il 23 pari. La sirena arriva pertanto con l’effimero vantaggio di un’unità, quotato 26 – 27.

Primo sorpasso forlivense ad inizio di secondo quarto, 29 – 27, Ceccarelli miscela titolari e panchina e si riacciuffa il pareggio a 2′ di gioco che diventa 29 – 33 con la gara ad uscire dalla fasi frammentate a caratterizzare la ripresa delle danze. L’ottimismo arriva con il decimo punto di Corbett, umore azzerato a 5’46’‘ con la vera spina nel fianco della Poderosa, Bonacini ( già oltre la doppia cifra ). Qualche rimbalzo offensivo di troppo concesso all’Uniero vale il contro sorpasso biancorosso, Severini sigla pertanto il 38 – 35, limato a 37 con la mega schiacciata di Powell, elevato subito dopo a 40 con la bomba di Corbett: +2 XL Extralight. Il nevrotico sali scendi di serata porta però i romagnoli di nuovo con la testa avanti, in una sfida viva, al momento senza un padrone conclamato. Arriva un dubbio fallo antisportivo fischiato ai gialloblù, fortunatamente non sfruttato al meglio da Diliego dalla lunetta. Powell allora bombarda a 25” dalla sirena ( al passaggio con uno score personale a 18 punti ), e si va così al riposo lungo sul 46 pari.

Ripartenza sprint a caratterizzare il via delle danze nel terzo periodo di match. Sfida che viaggia sui binari dell’equità ( 48 ) ma le triple di Jackson vanno subito a spaccare la bilancia con il parziale a favore di Forlì, squadra agevolata indirettamente anche dal quoziente falli a gravare sul quintetto calzaturiero. Jackson continua a sparare dalla lunga con l’incisività propria della guardia dalla mano calda qual è, Ceccarelli richiama i suoi a seguirlo sulla lavagnetta. 62 – 58, la Poderosa accorcia ma arriva il fallo di Gueye ed il tecnico fischiato, con discutibile fiscalità, alla panchina dei Bigioni. Bonacini allunga sul 69 – 58, Forlì lentamente stacca la Poderosa, in questa fase di contesa in rottura prolungata: sterile in attacco e vulnerabile in difesa. Esce Corbett, entra Rivali, Zucca limita i danni dietro ma l’Unieuro vola a +15. Dov’è finita la XL Extralight partita in quinta alla palla a due? A subire il 76 – 61, con Forlì, a conti fatti, a capitalizzare ben 30 punti nel quarto in esame, decisamente sciagurato per le sorti di Montegranaro.

Corbett si riaccende, sale a 20 punti personali insaccando la tripla in faccia a Severini. Ceccarelli ci vuole provare, destando una squadra anestetizzata nel parziale precedente. 9’13” alla fine, 10 punti da rosicchiare, con Powell in lunetta a mettere ambo i liberi conquistati penetrando poco prima. Il -7 è cosa fatta con la rinnovata bomba di Corbett, ben agevolato in difesa da Campogrande, per una XL Extralight ora in campo con un quintetto piccolissimo che pare dare frutti. 80 – 75 a 6’13” alla sirena è un discreto viatico per la coda di partita, ma Forlì non molla nonostante la buona lena dalla Poderosa. Diliegro allunga, Jackson infierisce ed è subito 93 – 80 ( 8 su 10 dall’arco e 29 come resa personale ). Tocca poi a Castelli, arresto e tiro, ed è +15: ripristinate dunque le distanze precedenti. Troppo tardi, ora ad 1’40” dalla fine, per ricostruire la scalata ai padroni di casa. Finisce 95 – 84.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Foto Nunzia Eleuteri e Silvia Giannini


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X