facebook twitter rss

Casa Pound invoca sicurezza
a Porto Sant’Elpidio
Ma la piazza non si riempie

PORTO SANT'ELPIDIO - In piazza Fratelli D'Angelo il presidio di Cpi per invocare più sicurezza, Pacini: "Non è un flop, la nostra presenza qui ha portato le forze dell'ordine e allontanato persone poco raccomandabili"
Print Friendly, PDF & Email

I militanti di Casapound a Porto Sant’Elpidio

Casapound invoca sicurezza a Porto Sant’Elpidio da piazza fratelli D’Angelo. E’ iniziato alle 19 il presidio dei militanti della tartaruga crociata, scesi in strada al grido “Riprendiamoci le nostre città”. Modesta la risposta della popolazione, una ventina le persone che si sono avvicinate al gazebo allestito da Cpi nella prima ora di manifestazione. Ma per il responsabile provinciale di Casapound Francesco Pacini non è un flop, anzi quello lanciato è comunque un segnale importante, a partire dalla presenza delle forze dell’ordine: pattuglie di carabinieri e polizia hanno infatti vigilato a distanza sulliniziativa. “Non dobbiamo fare nessun comizio, siamo in una piazza dove a quest’ora si incontrano spesso presenze poco raccomandabili, qui vicino c’è una casa disabitata diventata un punto di ritrovo per lo spaccio di droga. Stasera non si vede nulla di tutto questo, diversi residenti si sono avvicinati per parlare ed esprimerci il loro disagio per la crescente insicurezza che si respira nel quartiere. Qui ci sono cittadini esasperati, da qui parte via San Francesco d’Assisi, diventata tristemente nota per i continui furti in casa e in auto. La nostra presenza ha portato qui pattuglie delle forze dell’ordine che rassicurano i cittadini“.

I militanti di Casapound fanno sapere di aver raccolto diverse testimonianzi di cittadini vittime di furti e scippi che hanno evitato di sporgere denuncia. “Questo è uno dei segnali più allarmanti, quando si dice che i reati diminuiscono, probabilmente non si tiene conto del crescente numero di persone che rinunciano anche alla denuncia, perchè ormai rassegnati – continua Pacini – Noi non vogliamo assolutamente sostituirci alle istituzioni, anzi rispettiamo le forze dell’ordine ed invochiamo una loro presenza assidua, se stasera siamo qui è proprio per questa ragione. Ad esempio abbiamo apprezzato l’impegno del sindaco Calcinaro a Fermo, che ha ottenuto una presenza fissa della polizia a Lido San Tommaso“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X