fbpx
facebook twitter rss

Da Sant’Elpidio a Mare al comando
del Radiomobile: il tenente Dell’Avvocato
saluta e si commuove

SANT'ELPIDIO A MARE - Cerimonia di saluto a Sant'Elpidio a Mare per il comandante uscente Serafino Dell'Avvocato, che dopo la promozione a tenente passa a guidare il Nucleo operativo e radiomobile di Fermo; al suo posto arriva da Loro Piceno il m.llo Massimiliano Carrino
Print Friendly, PDF & Email

Un passaggio di consegne carico di emozione, ricordi, stima per il lavoro svolto. Serafino Dell’Avvocato saluta la stazione dei carabinieri di Sant’Elpidio a Mare dopo 15 anni, al suo posto arriva il maresciallo Massimiliano Carrino, dalla caserma di Loro Piceno. Stamattina la cerimonia nella sala consiliare del Comune, per un tributo al comandante che dal 2003 ad oggi ha guidato i militari elpidiensi. Promosso di recente ai gradi di tenente, andrà a guidare il Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Fermo, diventando braccio destro del capitano Roland Peluso. In Comune ci sono lo stesso Peluso, il comandante interprovinciale dei carabinieri, col. Ciro Niglio, il successore Carrino, il sindaco Alessio Terrenzi ed i predecessori che hanno collaborato con Dell’Avvocato: Renzo Offidani, Giovanni Martinelli ed Alessandro Mezzanotte. In sala la famiglia, alcuni amici ed imprenditori, il comandante della Polizia locale Stefano Tofoni, alcuni consiglieri comunali.

“Continueremo certo a collaborare nel suo nuovo incarico, come abbiamo sempre fatto – le parole in apertura del sindaco Terrenzi – Sono stato carabiniere anche io durante il servizio militare, mi sento uno di loro, credo che in questi anni si sia lavorato davvero bene insieme, do il benvenuto al nuovo comandante, assicurandogli il nostro totale supporto”.

Il colonnello Niglio si congratula con la comunità elpidiense: “Un esempio positivo e virtuoso di cooperazione tra le istituzioni. Il lavoro positivo svolto da Dell’Avvocato in questi anni è frutto di costante impegno, di fedeltà al proprio lavoro ed ai cittadini”. Il capitano Peluso si dice convinto “che il nuovo comandante si inserirà presto. Il tenente Dell’Avvocato sarà al mio fianco e mi darà un grosso aiuto. Da quando sono a Fermo ho avuto massimo supporto, abbiamo affrontato situazioni anche delicate, con successo. Il nostro lavoro è fatto di impegno, costanza e tanto sacrificio, la divisa ci porta a sottrarre tempo alle nostre famiglie, a passare notti in strada a Natale o a perderci il giorno dell’esame di un figlio, lo facciamo per amore del nostro lavoro e per onorare sempre il nostro compito”.

Si commuove Dell’Avvocato, ricordando “i momenti particolari vissuti con tutti i sindaci con cui ho collaborato, il comandante dei vigili Tofoni, con cui ho condiviso tante battaglie e possiamo dire di averle vinte tutte. Quando ero più giovane, un collega mi disse: un giorno sarai comandante di stazione, i potenti ti staranno vicino, perchè sei il comandante, ma tu ricorda di stare vicino agli ultimi. Spero di averlo fatto sempre. A Fermo mi impegnerò al massimo. Se ho lavorato bene il giudizio sta a voi. Io ho semplicemente fatto il carabiniere”.

Il comandante uscente, ten. Serafino Dell’Avvocato, col suo successore Massimiliano Carrino

Prima parole alla guida della stazione elpidiense per il maresciallo Carrino: “Anche io ho lasciato poco fa, dopo ben 16 anni, la stazione di Loro Piceno e posso capire l’emozione di Dell’Avvocato. Cercherò di essere all’altezza di un comandante che ha sempre onorato l’Arma”.

Non manca il tributo dei sindaci che si sono avvicendati, dal primo, Renzo Offidani, che lo accolse a Sant’Elpidio: “Mi accorsi subito di avere a che fare con una persona detemrinata e capace, ma anche con un’umanità speciale”. Un pensiero condiviso da Giovanni Martinelli: “La funzione del comandante di stazione va al di là di quella militare, è anche sociale, è essere cerniera tra le vicende della comunità e il ruolo istituzionale ed organizzativo. La nostra comunità ha beneficiato della capacità di Serafino di essere vicino agli ultimi. Ti auguro di trasferire nel nuovo ruolo professionalità e capacità umane”. “Costanza, umanità e competenza” i valori sottolineati da Alessandro Mezzanotte. “Ci siamo conosciuti bene , ho apprezzato tenacia e capacità, tutti i cittadini, ne sono certo, ti sono riconoscenti”. Rimane il tempo per un saluto da parte di un amico di vecchia data e di un imprenditore: “Grazie, con te ci siamo sempre sentiti sicuri”.
Poi è l’ora del brindisi, a 15 anni intensi e ad una nuova avventura professionale per un comandante che se ne va e per uno che arriva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X