facebook twitter rss

“Lotta al bullismo”, per il Patentino
della legalità genitori, studenti
e docenti si formano insieme

PORTO SAN GIORGIO - Il progetto è quello del Patentino della doppia legalità che la Lega delle autonomie locali Marche ha proposto gratuitamente all’istituto, in collaborazione con l’Assessorato comunale all’Istruzione
mercoledì 21 febbraio 2018 - Ore 15:08
Print Friendly, PDF & Email

 


“Come affrontare e prevenire bullismo e cyberbullismo nel mondo della scuola”. E’ il tema ed anche l’obiettivo del percorso formativo di 18 ore presentato oggi, alle ore 12, nell’aula magna dell’Istituto comprensivo Nardi.
“Il progetto è quello del Patentino della doppia legalità che la Lega delle autonomie locali Marche – fanno sapere dal Comune – ha proposto gratuitamente all’istituto, in collaborazione con l’assessorato comunale all’Istruzione. La presentazione è stata curata dell’ideatore e autore Cesarino Caioni, affiancato dal maestro di karate Gianluca Tosoni. “Il programma è mirato alla cultura della legalità per vivere bene attraverso una metodologia che prevede una storia interattiva che coinvolge ragazzi e insegnanti, con il successivo intervento dei genitori – ha spiegato Caioni – Attività di vicinanza e gioco di squadra, quindi, sono le linee guida: si parte dal rispetto delle regole per raggiungere quella prevenzione di qualsiasi illecito. Ciò viene affrontato in incontri e laboratori al fine di concretizzare quella collaborazione e unione ‘on line’ necessari per la creazione di un polo positivo che possa partire dalla scuola per coinvolgere anche la comunità locale”.


Sono intervenuti il dirigente scolastico Daniela Medori, la dirigente comunale Maria Fuselli, il comandante della Polizia municipale Giovanni Paris e il vice sindaco Francesco Gramegna. Al cospetto dei giovani della prima media, genitori e insegnanti il delegato all’Istruzione ha ricordato la positiva esperienza del 2017 avvenuta nella media Borgo Rosselli e a sostenuto “il lavoro di squadra con i genitori incentrato sul rispetto”.
Alle 9 ore di corso in aula vanno ad aggiungersi altrettante in palestra riservate all’avviamento allo sport e alla protezione dell’individuo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X