facebook twitter rss

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia:
“Non si combatte la prostituzione esponendo i cittadini all’istigazione popolare”

PORTO SANT'ELPIDIO - Farina, Famiglini e Balestrieri: "Non è possibile che vengano trattati dati sensibili come le acquisizioni di auto e targhe, messe sui social e trattati in modo illecito"
giovedì 22 febbraio 2018 - Ore 16:03
Print Friendly, PDF & Email

“Con un problema che esiste ed è sempre esistito, non solo nella nostra città, ogni giorno tantissimi sindaci si trovano a fronteggiare con le forze dell’ordine il problema del sesso a pagamento lungo le nostre strade. È giusto e sacrosanto fare il presidio del territorio e incidere fortemente per debellare il meretricio, ma non con i cittadini che si possono attuare scelte come quelle messe in campo dal Sindaco Franchellucci; qui c’è un chiaro ed evidente scollamento tra la politica locale e quella nazionale non trattando nelle sedi opportune (e ci riferiamo al Parlamento) tutto ciò che serve per debellare la prostituzione”. Inizia così la nota congiunta del centro destra di Porto Sant’Elpidio che vede schierati Enzo Farina di Forza Italia, Giorgio Famiglini Lega e Andrea Balestrieri Fratelli d’ Italia

I tre esponenti aggiungono: “Il nostro deputato elpidiense cosa ha fatto in tal senso a Roma per aiutare gli amministratori locali? Non si possono combattere problemi come questo esponendo i cittadini ad azioni dove si trattano dati personali e sensibili innescando sicuramente un’istigazione popolare tra chi filma e scatta foto e tra chi si trova ad essere fotografato. Non è possibile che vengano trattati dati sensibili come le acquisizioni di auto e targhe, messe sui social e trattati in modo illecito. Tutto ciò è severamente punito dalla Legge e spetta alle forze dell’ordine occuparsene in prima battura.  Da sempre ribadiamo nel corso di questi quasi 5 anni che l’unica soluzione attuabile al momento è quella di organizzare più pattuglie, vantando un corpo di polizia locale tra i migliori della Regione Marche; i numeri e i risultati finali se vogliamo possiamo farli ma tutto ciò va giustamente monetizzato ed incentivato. Oggi prima di tutto viene la sicurezza; ormai sembra essere diventato uno slogan ma non è così; basterebbe utilizzare quei pochi soldi che ci sono sui fondi per poter avere un presidio del territorio giorno e notte; passata l’ emergenza o comunque il lasso di tempo critico che stiamo vivendo va obbligatoriamente rimpinguato il fondo mettendo mani in maniera seria sulla politica degli stipendi delle forze di polizia che vigilano giorno e notte sulla nostra sicurezza ed incolumità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X