fbpx
facebook twitter rss

Burian non ferma le pubbliche assistenze, Croce Verde di Porto Sant’Elpidio in prima linea

PORTO SANT'ELPIDIO - Giampiero Vagnoni: "Se ora sulle nostre strade si viaggia abbastanza bene, resta il problema del ghiaccio che sicuramente tornerà questa notte. Come Croce Verde ci diamo da fare, garantendo le emergenze del 118, la dimissioni ospedaliere e il trasporto dei pazienti per i trattamenti salvavita come ad esempio i dializzati"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

Prima la neve e poi il gelo non bloccano l’impegno delle pubbliche assistenze in tutto il territorio. A Porto Sant’Elpidio la Croce Verde ha sempre garantito i servizi essenziali, nonostante i disagi e i pericoli dovuti al ghiaccio in strada.

“Questa notte non ci sono state emergenze – spiega Giampiero Vagnoni – avevamo comunque due equipaggi con altrettante ambulanze catenate pronte per la partenza. Se ora sulle nostre strade si viaggia abbastanza bene, resta il problema del ghiaccio che sicuramente tornerà questa notte. Come Croce Verde ci diamo da fare, garantendo le emergenze del 118, la dimissioni ospedaliere e il trasporto dei pazienti per i trattamenti salvavita come ad esempio i dializzati”.

Non sono mancati comunque i momenti di difficoltà, soprattutto in collegamento con altri ospedali. Essendo Fermo sprovvisto del reparto di emodinamica, i volontari elpidiensi hanno dovuto raggiungere, con non poche difficoltà, il nosocomio di Macerata. Una sosta per le catene e si è ripartiti, per garantire, anche in questo caso, il servizio.

“Voglio ringraziare anche il Comune di Porto Sant’Elpidio e il sindaco – aggiunge Vagnoni – per aver liberato le strade attorno alla casa del volontariato. Anche oggi l’accessibilità ai servizi di guardia medica è garantita ai cittadini”. Insomma, per la Croce Verde di Porto Sant’Elpidio, come del resto per le altre associazioni del territorio, la parola d’ordine è: “Operativi”

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X