facebook twitter rss

Furto a Montepacini,
la condanna di Calcinaro
e Giampieri: “Grave sfregio”

FERMO - Il furto è avvenuto proprio in questi giorni in cui il Centro è chiuso a seguito dell’ordinanza emessa per le avverse condizioni meteo di neve e gelo e che ha interessato oltre che le scuole di ogni ordine e grado anche gli Cser
Print Friendly, PDF & Email

 

Il sindaco Paolo Calcinaro

“Chi ha compiuto questo gesto si senta con la coscienza non a posto. Condanno fortemente questo grave atto di sfregio ed insulto non tanto per il valore economico di quanto rubato ma per l’azione in sé e per il luogo in cui è stato perpetrato, luogo preposto come noto ad un ruolo sociale di primaria importanza. Sono vicino ai ragazzi del Centro ed alle loro famiglie per quanto accaduto ma, come loro insegnano, questo fatto non ci scoraggerà, anzi faremo di tutto come sempre per sostenere il Centro e le sue attività perché crediamo fortemente nelle sue finalità”.

Sono le parole del sindaco Paolo Calcinaro dopo il furto compiuto nottetempo al centro socio educativo di Montepacini in cui ignoti hanno fatto razzìa di attrezzature e mezzi per le attività agricole e di materiale del laboratorio di falegnameria oltre che di animali da cortile. Il fatto è stato prontamente denunciato alle forze di polizia che hanno avviato le indagini.

 

L’assessore Mirco Giampieri

“Un episodio deprecabile e grave, compiuto da chi non ha alcuna sensibilità nei confronti degli scopi e degli obiettivi portati avanti in questo Centro apprezzato unanimemente per la progettualità con cui è nato e con cui viene condotto, ovvero la riabilitazione attraverso le attività agricole” ha aggiunto l’assessore ai Servizi Sociali Mirco Giampieri.

“Il furto è avvenuto proprio in questi giorni in cui il Centro è chiuso a seguito dell’ordinanza emessa per le avverse condizioni meteo di neve e gelo e che ha interessato oltre che le scuole di ogni ordine e grado anche gli Cser.

Quello di Montepacini – ricordano dal Comune – è una sorta di laboratorio di buone pratiche a livello istituzionale e sociale:  un Centro Socio Educativo diurno gestito dalla Cooperativa sociale Cooss Marche, 13 ettari di terreno e una casa colonica, futura sede di una Fattoria Sociale, aggiudicati con  un bando pubblico alla Cooperativa sociale La Talea, un’associazione  di genitori e volontari “Fattoria Sociale delle ragazze e dei ragazzi di Montepacini”, che collabora con La Talea e con il Centro Socio Educativo, e che fa  della collaborazione, del rispetto dei diritti delle persone disabili  e del lavoro in rete con tutte le realtà del territorio la propria ragione d’essere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X