fbpx
facebook twitter rss

Per il rush finale della Sutor,
gli umori del vice
coach Giorgio Brachetti

SERIE C SILVER - Se la vittoria interna, seppur ardua, al cospetto del fanalino di coda Porto San Giorgio era da ottenere a tutti i cosi, poco meno è l'impellenza della missione "due punti" per la gara di sabato in programma in casa del Recanati
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – La Sutor è tornata alla vittoria sabato scorso tra le mura amiche con il fanalino di coda Porto San Giorgio. Un match affatto scontato che ha ridato sicurezza e fiducia all’ambiente gialloblù in vista del rush finale di stagione.

Nel prossimo turno la squadra di coach Ciarpella è attesa sul campo di Recanati per provare a bissare il successo dell’andata, magari rosicchiando anche qualche posizione in classifica approfittando di alcuni scontri diretti delle avversarie.

Per l’occasione ecco il parere sul futuro a breve con il vice allenatore, Giorgio Brachetti ( foto ).

Brachetti, come ha visto la squadra sabato?

“Sabato ho visto una squadra in ripresa che è tornata a divertirsi in campo e che ha acquisito sicurezza”.

È vero che Porto San Giorgio è ancora ferma a 0 punti, ma ha saputo vendere cara la pelle e la squadra ha risposto al meglio. È stata una vittoria molto importante…

Brachetti durante il riscaldamento prima di una gara

“Porto San Giorgio ha combattuto a tratti con più convinzione di noi e finché non ci siamo liberati del nervosismo e della paura di sbagliare ci ha dato filo da torcere. Vincere e convincerci che siamo ancora bravi è stato importante”.

Sabato pomeriggio c’è l’insidiosa trasferta di Recanati. Che tipo di Sutor serve per vincere in casa della squadra di coach Pierini?

Insidiosa è proprio la parola giusta. Campo difficile e giocatori imprevedibili. Sarà cruciale il livello di intensità e durezza mentale che metteremo in campo. Servirà una Sutor in fiducia, solida e perché no al completo”.

A proposito di roster al completo: come stanno gli acciaccati? Nel match di sabato abbiamo visto Selicato in panchina e Bartoli con la fasciatura…

“Gli acciaccati stanno facendo il possibile per tornare al 100% e il vederli in palestra a lavorare riesce a dare a tutti la carica. Difficile se non impossibile sbilanciarsi ora su chi sarà in campo o meno sabato.”

Dopo Recanati ecco la visita di Urbania, prima del tour di force finale con le nobili del campionato. A che piazzamento può ambire questa Sutor secondo lei?

La nostra regular season si chiude praticamente affrontando tutte le avversarie che ci precedono in classifica, per cui il piazzamento finale può cambiare molto. Senza fare calcoli troppo in anticipo, penso che se chiudessimo come abbiamo chiuso il girone di andata non sarebbe ingiusto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X