fbpx
facebook twitter rss

Clemente: ”La Fermana ha
un gruppo unito ed ampio”

SERIE C - Per il terzino destro la compagine canarina è composta da una rosa senza grosse differenze tra titolari e riserve. Il segreto valso la conquista dell'ultimo campionato di D, dunque, continua a dare buoni frutti. Il tutto alla vigilia della trasferta di Vicenza, con fischio d'inizio nel posticipo di lunedì
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Alla soglia dei 22 anni da compiere, Gian Luca Clemente ( foto ) è uno dei punti saldi della Fermana capitanata da mister Destro.

Ventuno le presenze collezionate dal terzino destro nativo di Fano, di cui 19 in maglia da titolare.

“Ci sono state circostanze fortuite (infortunio Iotti, ndr) che hanno permesso il mio inserimento nell’undici iniziale – le parole di Clemente dinanzi alla stampa locale – . Per me è un’ottima occasione di rilancio e sono contento per il mio percorso personale sinora intrapreso”.

Cammino iniziato con un avvio in sordina evolutosi, in seguito, in un un tassello fondamentale della difesa canarina. Lo sa bene Mensah, l’ariete alabardato a cui Clemente sabato scorso sulla corsia destra del Recchioni non ha lasciato un minimo di tregua. Duello che gli è costato l’ultimo cartellino giallo a disposizione nel taschino del fischietto di Nocera Inferiore, equivalente alla squalifica del posticipo contro i berici.

L’esterno destro difensivo durante la recente conferenza stampa

“Non giocare al Menti dispiace un sacco. Sabato ho preso la quinta ammonizione stagionale, ma dovevo fare un fallo tattico per evitare la ripartenza di Mensah – spiega il terzino gialloblù – . Non è il massimo guardarla da casa, ma questo è il calcio”. Tornando al match contro gli alabardati: “Il punto lo consideriamo buono, sappiamo che questo è un campionato difficile, ci sono realtà come la Triestina che, a mio modo di vedere, sono di un altro livello, che hanno giocatori di qualità. Potevamo anche portare a casa i 3 punti perchè nel corso della gara abbiamo avuto più noi occasioni di loro, però tutto sommato questo punto fa morale dopo la sconfitta di Bassano e guardiamo avanti con serenità e consci delle nostre forze”.

Clemente conclude. “La nostra forza? Senza ombra di dubbio il gruppo unito ed ampio. Abbiamo giocatori titolari e non che hanno tutti delle grandi qualità. Non ci sono differenze tra chi scende in campo e chi va in panca”. Infine, una postilla sulla sfida in serale del 5 marzo: “Spero che i miei compagni diano il meglio di sè e per quanto mi riguarda tirerò il fiato per dare lo sprint finale per fare più punti possibili insieme alla squadra”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X