facebook twitter rss

Miracolo della Faleriense:
remuntada da urlo e
Sporting battuto all’overtime

PROMOZIONE - Cuore, grinta e orgoglio. Sono questi gli ingredienti che la formazione allenata da coach Chierici ieri sera è riuscita a mettere in campo, dopo essersi ritrovata sotto di venti punti. Cooder bene in avvio, due quarti regalati ai ragazzi di Cappella, poi la straordinaria rimonta nel finale
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SANT’ELPIDIO – E con questo sono 7 su 8. Derby a Porto Sant’Elpidio fa rima con Faleriense Basket. I ragazzi di coach Giuseppe Chierici portano a casa la settima stracittadina di Promozione delle ultime due stagioni: Pallacanestro Porto Sant’Elpidio e Sporting Basket Club pagano dazio sia all’andata che al ritorno.

Nonostante questo traguardo però, ieri sera alla palestra di via Pesaro, per Delle Monache e compagni non sembrava affatto una bella serata. Infatti, dopo l’ottimo avvio testimoniato dal vantaggio per 17-13 alla prima sirena, la Faleriense si è sciolta come ghiaccio al sole ed ha regalato due periodi allo Sporting. La squadra di Cappella appariva in piena fiducia e superiore sotto l’aspetto tecnico e fisico. Il 5-17 e il 9-19 a ridosso dell’intervallo lungo sembravano aver spezzato le gambe agli uomini di Chierici, ma la capolista non aveva ancora fatto i conti con un generosissimo Tomassetti e un Delle Monache versione “America Sniper” dall’arco, che grazie ad un parziale di 21-3 hanno portato i biancoazzurri ad un insperato overtime sul risultato di 52-52. Nei cinque minuti suppletivi le certezze dello Sporting si sono frantumate e hanno lasciato spazio al nervosismo, forse anche troppo. A quel punto, nonostante un ispirato Mattia Balilli capace di accorciare le distanze con bombe da tre punti nei momenti topici, l’inerzia dell’incontro ha premiato i padroni di casa.

Alla fine, una gara che sembrava chiusa dopo mezzora di gioco, si è invece rivelata un avvincente battaglia sportiva, dove a guadagnarci è stato sicuramente lo spettacolo per i numerosi spettatori, tifosi e non, presenti sugli spalti. In una stracittadina del genere, dove i valori in campo sono spesso cresciuti insieme, il risultato finale non può essere mai scontato. Ragazzi divenuti grandi insieme nel mini basket, nei campetti della città o addirittura in famiglia (come i fratelli Orsini ad esempio: Alessandro nelle fila dello Sporting e Lorenzo in quelle della Faleriense) che per una sera si sono ritrovati contro dando vita ad un match intenso, che al suono dell’ultima sirena si è trasformato in uno spot del fair play tra risate e abbracci. Eccezion fatta per una lite intestina nello Sporting, causata da un Francesco Savini nervoso e non proprio emblema dello spirito di capitano.

IL TABELLINO

FALERIENSE BASKET 65: Delle Monache 20, Tomassetti 19, Marinelli 10, Malvestiti 7, Lorenzo Orsini 5, Benigni 4, Meconi 0, Omizzolo 0, Piedimonte 0, Petrini 0, Fabiani 0, Totò 0. All. Giuseppe Chierici

SPORTING BASKET CLUB 61: Mattia Balilli 17, Nicolò Balilli 12, Prati 11, Savini 7, Rosettani 6, Di Pietro 4, Cappella 2, Manuel Totò 2, Alessandro Orsini 0, Giretti 0. All. Rossano Cappella

ARBITRI: Lerry Carlini di Fermo, Alessandro De Carolis di Fermo

PARZIALI: 17 – 13; 5 – 17; 9 – 19; 21 – 3; 13 – 9

PROGRESSIVI: 17 – 13; 22 – 30; 31 – 49; 52 – 52; 65 – 61

USCITI PER 5 FALLI: Mattia Balilli, Marinelli

LA CRONACA

I protagonisti del parquet avevano promesso che sarebbe stato molto più di un semplice derby e così è stato. Partita al cardiopalmo decisa solo nei supplementari. I primi dieci minuti vedono una Faleriense in palla che riesce a chiudere in vantaggio nonostante le pesanti assenze dei gemelli Sebastiani. A cavallo della pausa lunga, nel secondo e nel terzo periodo però, i centimetri e la buona conduzione di palleggio dello Sporting iniziano a prendere il sopravvento e la formazione di coach Chierici subisce 36 punti mettendone a segno solo 14. Tuttavia, come nei migliori film il “coup de theatre” è arrivato al tramonto. Negli ultimi dieci minuti, Tomassetti con grande generosità si prende la squadra sulle spalle e con una reazione d’orgoglio riesce a suonare la carica ai suoi. Molto cuore in attacco e due immensi polmoni in difesa fanno sì che il divario si accorci fino ad arrivare ad un perfetto equilibrio quando sul risultato di 46-52 capitan Delle Monache realizza due triple consecutive. Sul 52-52 si va all’overtime.

I cinque minuti di fuoco conclusivi si aprono con il canestro in contropiede di Marinelli, che ruba palla a Savini, e con il libero di Tomassetti. Tre punti subito recuperati dalla pazzesca tripla di Mattia Balilli che pochi istanti dopo dimostra di avere la mano caldissima e si replica portando lo Sporting sul 55-58. Delle Monache dalla lunetta fa due su due e accorcia a meno uno. Lo stesso Delle Monache, non vuole essere da meno di Balilli junior e si esibisce nell’ennesima tripla di giornata che porta il risultato sul 60-58. Con il cronometro agli sgoccioli e con i due punti da recuperare lo Sporting ricorre al fallo sistematico. Malvestiti e Orsini dai liberi regalano un punto a testa e questa volta è Balilli senior (Nicolò) a riaprire i conti con una tripla: 62-61. Delle Monache dalla lunetta non sbaglia e si va sul 64-61. Il tutto per tutto dello Sporting consiste in un unico possesso che coach Cappella vuole trasformare in un gioco da tre punti, ma Rosettani si fa prendere dalla fretta e rilascia il tiro a due secondi dalla fine non toccando nemmeno il ferro. Il libero conclusivo di Delle Monache arrotonda il risultato e dà il via ai festeggiamenti della Faleriense.

Leonardo Nevischi

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X