facebook twitter rss

Tabù Montecosaro per la Sangiorgese,
pari all’andata e sconfitta al ritorno

PROMOZIONE - Risultato all'inglese per la formazione di Andrea Mazzaferro, che si prende lo scalpo dei rivieraschi dopo otto gare di imbattibilità. La doppietta di Pistelli condanna i nerazzurri ad un giro a vuoto, pur mantenendo però la quinta posizione, ossia la prima utile per l'accesso ai playoff
Print Friendly, PDF & Email

PORTO SAN GIORGIO – La lunga sosta dovuta al maltempo e all’ormai celebre Burian per alcune squadre è stata utile per recuperare energie perdute e per riorganizzare alcuni aspetti tecnico-tattici, ma nel caso specifico della Sangiorgese la pausa di due settimane è stata deleteria. I ragazzi di Pennacchietti stavano vivendo un momento di forma impressionante e lo spezzare i ritmi non ha giovato molto. Ne è la prova il Montecosaro, che dopo il Montefano fa pagare dazio anche ad un’altra illustre del girone B di Promozione. La squadra di Mazzaferro si rivela tabù dei rivieraschi: 2-2 in rimonta all’andata e 2-0 oggi.

IL TABELLINO

SANGIORGESE 0 (4-2-3-1): Kapllani; Cudini, Gobbi, Bigoni, Tidei (38′ st Cestarelli); Iuvalè, Petruzzelli; Gabaldi, Di Nicolò (1′ st Pelliccetti), Gentile; Fabiani. A disposizione: Calvaresi, Cicconi, Kouassi, Beretti, Petrucci. All. Marco Pennacchietti

MONTECOSARO 2 (3-4-3): Torresi; Albanesi, Squarcia, Marziali; Cozzi (35′ st Bartolini), Rapacci, Mazzante (39′ pt Basili), Baiocco Simone (1′ st Pietrella); D’Angelo (42′ st Ercoli), Ulivello (29′ st Baiocco Luca), Pistelli. A disposizione: Gentili, Tramannoni. All. Andrea Mazzaferro

RETI: 6′ pt e 31′ st Pistelli

ARBITRO: Carlo Maria Angelici di Ascoli Piceno; assistenti Nicolò Raschiatore di San Benedetto Del Tronto, Eros Santirocco di San Benedetto Del Tronto

NOTE: Allontanato mister Pennacchietti al 30′ st per proteste. Ammoniti Albanesi, Torresi, Fabiani, Bigoni, Iuvalè, Marziali; corner 8 – 2; recupero 5’+3′. Spettatori 200 circa di cui 30 ospiti

Un minuto di raccoglimento in memoria di Davide Astori

LA CRONACA

Dopo due settimane di stop forzato a causa del maltempo, al “Comunale Nuovo” di Porto San Giorgio va in scena una delicata Sangiorgese-Montecosaro. I locali, reduci da otto risultati utili consecutivi (5 vittorie, 3 pareggi), sono alla ricerca di punti pesanti per rimanere in zona playoff, mentre gli ospiti dopo l’ottima vittoria casalinga contro il Montefano scendono in riviera per continuare ad alimentare i sogni degli spareggi promozione.

La Sangiorgese scende in campo con due novità nella formazione titolare: il secondo portiere Kapllani al posto di Calvaresi, in panchina ma comunque sia reduce da un’influenza che non gli ha consentito di allenarsi per due settimane, e Di Nicolò in campo dall’inizio. Il Montecosaro, invece, deve fare a meno dello squalificato Benfatto e di un Michele Pietrella inizialmente lasciato in panchina da mister Mazzaferro.

Gli ospiti partono subito forte e al 3′ una bella azione corale si conclude con il tiro di D’Angelo di poco a lato. Al 6′ arriva immediata la doccia gelata per i locali: Pistelli riceve da Mazzante al limite dell’area con Kapllani uscito colpevolmente dai pali e a porta sguarnita insacca. A vantaggio acquisito, il Montecosaro si chiude a riccio aspettando il momento giusto per ferire in contropiede e lasciando la Sangio padrona del campo. Nel giro di due minuti (16′ e 17′) gli uomini di Pennacchietti collezionano due occasioni importanti: la prima è un gran tiro al volo di Iuvalè dai 35 metri che termina di un soffio sopra la traversa, mentre la seconda ce l’ha Fabiani che supera in velocità l’ultimo difensore giallorosso e colpisce la sfera mandandola a lato di nulla a portiere battuto. Di lì il leitmotiv del primo tempo saranno le continue interruzioni arbitrali, con il gioco che si farà piuttosto maschio e confuso. Le ultime tre fiammate della prima frazione sono comunque di marca nerazzurra: al 41′ Gabaldi, servito da Fabiani, si ritrova davanti a Torresi e colpisce di testa costringendo l’estremo ad un autentico miracolo, ma l’assistente annulla tutto per fuorigioco, mentre al 43′ il capitano nerazzurro scappa via sull’out di destra, entra in area evitando due difensori e viene steso ma l’arbitro Angelici non ravvisa nulla. È al 47′ pt però la più ghiotta occasione per i rivieraschi: Gabaldi sprinta sulla destra e mette in mezzo per l’accorrente Fabiani che dal dischetto del rigore sbaglia un gol fatto spedendo di molto sopra la traversa.

Le squadre che rientrano in campo

La seconda frazione inizia sulla falsa riga della prima: è un assolo nerazzurro che prova a sfondare in ogni modo nella difesa ospite e al 46′ da un calcio di punizione calciato da Gabaldi, Fabiani si ritrova la palla tra i piedi all’interno dell’area ma ancora una volta spreca spedendo alto. Al 58′ il Montecosaro si rivede in avanti con la conclusione di Pietrella smorzata in due tempi da Kapllani. L’intensità della partita scende con numerose interruzioni di gioco e una Sangio che si spegne e sbaglia molto a livello tecnico ed al 76′ arriva il raddoppio ospite: al termine di un contropiede magistrale dei tre tenori montecosaresi, D’Angelo dipinge sulla testa di Pistelli, che incorna da due passi spiazzando Kapllani. Sotto di due la Sangio tenta un arrembaggio finale alla ricerca del gol della bandiera, senza risultati. Nonostante la sconfitta, non è mai venuto meno l’apporto dei tifosi sugli spalti nei confronti di una Sangiorgese che ora dovrà leccarsi le ferite e rimettersi subito in carreggiata, già dalla prossima sfida nella tana del Trodica.

L. N. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X