facebook twitter rss

Assalta un’auto ma i carabinieri
gli piombano addosso
:
33enne finisce in manette

PORTO SANT'ELPIDIO - I carabinieri del nucleo radiomobile di Fermo della compagnia di Fermo, guidata dal capitano Roland Peluso, coadiuvati dai colleghi della locale stazione, raccolta una segnalazione, sono arrivati immediatamente sul posto cogliendo con le mani nel sacco il malvivente
domenica 11 marzo 2018 - Ore 11:59
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Non l’ha fatta franca un uomo di origini algerine che questa notte ha preso di mira un’auto in centro, a Porto Sant’Elpidio. L’uomo, infatti, intorno alle 5 è entrato in azione con l’intento di ‘ripulire’ una vettura. Ma il suo raid è finito, per lui, nel peggiore dei modi: con le manette ai polsi. E tutto grazie alla sinergia tra i cittadini e i carabinieri, e grazie alla tempestività dei militari dell’Arma che, raccolto l’sos di un passante, sono arrivati sul posto con un lampo, a sirene spiegate. Pizzicando l’uomo in flagranza di reato. I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Fermo e della locale stazione, infatti, sono arrivati in un batter d’occhio sul punto indicato nella segnalazione e lì hanno trovato il malvivente. Il 33enne, viste le divise, ha tentato la fuga ma i militari in un istante lo hanno bloccato e arrestato. “Nella nottata a Porto Sant’Elpidio, i militari della compagnia di Fermo e della locale stazione – spiegano i carabinieri – hanno arrestato un algerino di 33 anni, resosi responsabile di tentato furto. Costui ha cercato di infrangere il vetro di un’autovettura parcheggiata in centro, ma è stato notato da un cittadino che ha allertato i carabinieri al 112 che immediatamente sono arrivati sul posto e hanno bloccato il soggetto dopo un tentativo di fuga. L’uomo si trova ora rinchiuso in camera di sicurezza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Fermo. L’azione dei Carabinieri su tutto il territorio provinciale  continuerà in maniera sempre vigorosa sia con funzione preventiva che repressiva soprattutto verso il crimine predatorio e a tutela dei cittadini onesti, che sono sempre invitati a chiamare subito il 112, come nel caso odierno dove la collaborazione è stata determinante, ovvero recarsi  personalmente in caserma per esporre denunce o soprusi di ogni genere, nonché contattare telematicamente l’Arma anche attraverso il sito www.carabinieri.it”. Un bel colpo, quello messo a segno dai carabinieri, contro quella criminalità che sta flagellando la città, anche con reiterati furti nelle auto. Quella appena trascorsa a Porto Sant’Elpidio non è infatti certo la prima notte macchiata da furti e danneggiamenti ad auto in sosta. Ma questa volta, grazie alla sinergia tra cittadini e carabinieri, si diceva, il malvivente di turno non l’ha fatta franca. Che sia la fine dell’incubo “assalti alle auto”? I cittadini se lo augurano di cuore.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X