facebook twitter rss

Tod’s approva il bilancio d’esercizio 2017,
ricavi per 963,3 milioni di Euro
Della Valle: “Posizione finanziaria netta positiva”

CASETTE D'ETE - 693.615,41 Euro destinati ad iniziative di solidarietà. Diego Della Valle: " Ci stiamo attrezzando con velocità e convinzione per avere in tutto il mondo strutture di marketing e di PR digitali forti e adeguate"
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio di Amministrazione di Tod’s S.p.A., società quotata alla Borsa di Milano ed a capo dell’omonimo gruppo italiano del lusso, attivo nella creazione, produzione e distribuzione di calzature, accessori e abbigliamento di lusso e di alta qualità con i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier, ha approvato oggi il progetto di bilancio relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

Diego Della Valle, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo, ha commentato: “I risultati dell’esercizio 2017 sono stati in linea con le nostre attese. Nell’esercizio il Gruppo è tornato ad avere una posizione finanziaria netta positiva, considerando anche l’acquisto del marchio Roger Vivier, grazie ad una buona generazione di cassa, derivante dall’efficace gestione del capitale circolante netto e dal controllo della struttura dei costi. Per questi motivi, abbiamo proposto di confermare lo stesso pay-out dell’anno scorso, che si colloca tra i più alti del settore”.

Diego Della Valle

Della Valle che aggiunge: “La squadra dei nuovi managers è pressoché completa ed è già al lavoro da alcuni mesi. Tutti siamo concentrati nella realizzazione del piano strategico ed industriale presentato durante l’Investor Day di novembre, che auspichiamo potrà dare risultati nel prossimo futuro. Molto buono è il feedback raccolto da tutti i marchi durante la presentazione delle collezioni del prossimo Autunno/Inverno; apprezzata particolarmente la forte evoluzione creativa nell’interpretare i prodotti iconici del gruppo. Ogni marchio sta seguendo la propria strategia, privilegiando su tutto lo sviluppo futuro e gli investimenti necessari per ottenere i risultati pianificati”.

Diego Della Valle conclude: “Siamo sempre più convinti che sia corretto il nostro modello di business di presentare più di due collezioni all’anno e di preparare capsule collections e limited editions, supportate da una adeguata comunicazione digitale. Ci stiamo attrezzando con velocità e convinzione per avere in tutto il mondo strutture di marketing e di PR digitali forti e adeguate. Sempre più importante è il canale di vendita dell’e-commerce, nel quale stiamo investendo molto e che sta dando ottimi risultati, crescendo a doppia cifra. Il modello di sviluppo dei DOS segue i cambiamenti in corso nel gruppo, realizzando sia flagship stores speciali, fatti da artisti e architetti diversi, sia pop-up stores, che vengono portati in giro per il mondo, per dare sempre più notorietà al marchio, oltre che essere un ottimo strumento di vendita.”

 

I DATI DI FATTURATO DEL GRUPPO 

Il fatturato consolidato del Gruppo Tod’s ammonta a 963,3 milioni di Euro nell’esercizio 2017, con un calo del 4,1% rispetto al valore dell’anno precedente. Il fatturato del solo quarto trimestre è pari a 241,1 milioni di Euro, con un andamento leggermente negativo, ma in miglioramento rispetto ai primi nove mesi del 2017. A cambi costanti, utilizzando cioè gli stessi cambi medi del 2016, comprensivi degli effetti delle coperture, i ricavi dell’esercizio sarebbero pari a 973,4 milioni di Euro (-3,1% rispetto allo scorso anno).

I ricavi del marchio Tod’s ammontano a 515,7 milioni di Euro nell’esercizio 2017; il calo del 6,6%, rispetto all’anno precedente, è principalmente dovuto all’andamento delle calzature, penalizzate anche da alcuni ritardi nelle consegne, avvenuti ad inizio stagione e non recuperati. Il marchio Hogan ha registrato ricavi pari a 203,9 milioni di Euro; come già commentato per i precedenti trimestri, il calo è principalmente dovuto alla debolezza del mercato italiano, mentre sono positivi i risultati
all’estero, sia sul canale retail che su quello wholesale. Il marchio Roger Vivier ha totalizzato 179,3 milioni di vendite, con una crescita del 9,7% rispetto all’anno
precedente. Buoni i risultati su tutti i mercati principali. Infine, i ricavi del marchio Fay ammontano a 63,5 milioni di Euro, in crescita dell’1,4% rispetto all’esercizio precedente. Positivi i risultati del marchio, sia in Italia, che nei paesi europei.

CATEGORIA MERCEOLOGICA DEL FATTURATO

I ricavi delle calzature ammontano a 757,9 milioni di Euro nell’esercizio, in calo del 3,2% rispetto al 2016, ma con un deciso miglioramento dell’andamento nel quarto trimestre dell’anno. Per la sua maggiore esposizione al wholesale, questa categoria è quella che ha maggiormente sofferto della debolezza di questo canale.
Le vendite di pelletteria e accessori sono state complessivamente pari a 135,8 milioni di Euro, con un calo del 3,6% rispetto all’esercizio precedente. Infine, i ricavi di abbigliamento ammontano a 68,7 milioni di Euro, sostanzialmente in linea con il valore dell’esercizio 2016; l’andamento riflette quello del marchio Fay

SUDDIVISIONE DEL FATTURATO PER AREA GEOGRAFICA

 

I ricavi del Gruppo nel mercato domestico ammontano a 298,2 milioni di Euro; il calo del 4,3% rispetto all’esercizio 2016 è principalmente dovuto alla debolezza del canale wholesale, soprattutto nelle città di provincia. Nel resto dell’Europa, i ricavi del Gruppo ammontano complessivamente a 245,1 milioni di Euro, sostanzialmente in linea con il 2016. Positivi i risultati del canale retail, mentre rimane debole il canale wholesale. Nelle Americhe il Gruppo ha registrato complessivamente 78 milioni di Euro di vendite, con un calo del 19,1% rispetto al 2016.
I ricavi del Gruppo nel mercato della Greater China ammontano a 212 milioni di Euro, in crescita del 3,0% rispetto al 2016. Positivi i risultati in Cina Continentale, che rappresenta più della metà di questa regione, mentre Hong Kong e Taiwan sono ancora negativi, anche se con timidi segni di miglioramento. Infine, nell’area “Resto del Mondo”, il Gruppo ha complessivamente registrato ricavi pari a 130 milioni di Euro, con un calo del 3,5% rispetto al 2016. Nel quarto trimestre dell’anno il Giappone ha registrato un forte miglioramento dei risultati, mentre il mercato coreano resta difficile.

SUDDIVISIONE PER CANALE DISTRIBUTIVO

Le vendite del canale diretto ammontano a 621,1 milioni di Euro e rappresentano circa i due terzi del fatturato del Gruppo. A cambi costanti, il valore è sostanzialmente allineato a quello dello scorso anno. Il dato di Same Store Sales Growth (SSSG), calcolato a cambi costanti come media a livello mondiale dei tassi di crescita dei ricavi registrati nei DOS esistenti al 1° gennaio 2016, è pari a -2.8% nell’intero esercizio. Al 31 dicembre 2017, la rete distributiva del Gruppo è composta da 275 DOS e 112 negozi in franchising, rispetto ai 272 DOS e 107 negozi in franchising al 31 dicembre 2016. I ricavi a clienti terzi ammontano complessivamente a 342,2 milioni di Euro; il calo dell’8,4%, rispetto all’esercizio 2016, è dovuto alla già commentata debolezza di questo canale in alcuni mercati importanti, quali Italia e USA.

Il Consiglio di Amministrazione ha anche approvato il progetto di bilancio 2017 della capogruppo Tod’s SpA, che ha registrato ricavi di vendita per 662,6 milioni di Euro, rispetto ai 637,2 milioni di Euro dell’esercizio 2016. L’utile netto è stato pari a 85 milioni di Euro, pari al 12,8% dei ricavi; l’utile base è pari a 2,57 Euro per
azione. Nel corso del 2017, la capogruppo ha realizzato investimenti complessivi pari a 15,7 milioni di Euro, rispetto ai 13,3 milioni dell’esercizio precedente.
La posizione finanziaria netta della capogruppo al 31 dicembre 2017 è negativa e pari a 73,9 milioni di Euro ed il patrimonio netto ammonta a 908,2 milioni di Euro.

PROPOSTA DI DIVIDENDO

Il Consiglio ha deciso di proporre un dividendo per azione pari a 1,40 Euro2, che corrisponde ad un pay-out sull’utile netto del Gruppo del 65,2%3, in leggero aumento rispetto al valore dello scorso anno (64,8%). Lo stacco della cedola numero diciannove avverrà il 21 maggio 2018, con record date il 22 maggio 2018 e pagamento il 23 maggio 2018. Tale proposta sarà sottoposta all’approvazione dell’Assemblea Ordinaria dei Soci, convocata per il prossimo 19 aprile, alle ore 11.00 presso la sede sociale (ed in seconda convocazione per il 26 aprile 2018, stessi luogo ed ora), così come quella di destinare l’1% dell’utile netto consolidato, e quindi la somma di 693.615,41 Euro, ad iniziative di solidarietà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X