facebook twitter rss

Campogrande: ”La Poderosa ha tutte le
carte in regola per disputare i playoff”

SERIE A2 - La guardia della XL Extralight gira subito la pagina della recente sconfitta patita internamente contro Bergamo. "Domenica a Mantova sarà la prima di sei finali da non fallire" ha proseguito il classe 1996 ex Bologna
Print Friendly, PDF & Email

Luca Campogrande al momento della presentazione estiva alla Bombonera di Montegranaro

MONTEGRANARO – Poco meno di due metri d’altezza (198 cm) per 90 chilogrammi di potenza. La leva del 1996, Luca Campogrande, è una pedina di prospettiva inserita nel roster di coach Gabriele Ceccarelli dalla scorsa estate.

Prelevato dalla Fortitudo Bologna, la talentuosa guardia a tutti gli effetti vanta un ruolo da protagonista nella sorprendente stagione griffata dalla matricola veregrense, anche se, considerando la recente sconfitta interna patita per mano del Bergamo Basket 2014, certamente ha ripreso il lavoro settimanale con l’amaro in bocca.

Campogrande, quanto pesa lo stop interno vissuto contro gli orobici ora che avevate ripreso, con continuità di resa, confidenza con il discorso playoff? 

“E’ stata una sconfitta molto pesante, nessuno di noi se l’aspettava perché siamo scesi in campo molto concentrati. Alla fine speravamo di poterla per lo meno riacciuffare, come spesso capitato in stagione di rincorrere cioè una partenza lenta con successo. Forse domenica abbiamo peccato un po’ di presunzione e leggerezza: che ci serva da lezione. Ora non dobbiamo sicuramente pensare alla sconfitta, anzi, davanti a noi ci sono sei finali da non fallire. Dunque ottimismo e determinazione”.

Al termine di un allenamento ad inizio stagione

Parliamo però, certamente, di un bicchiere stagionale senza ombra di dubbio mezzo pieno. Cosa manca, però, per coronare al meglio il campionato?

“Vero, il bicchiere è mezzo pieno nel complesso, e lo stop non macchia il nostro cammino stagionale. Venivamo da una settimana di lavoro intensa, come dichiarato anche da coach Ceccarelli nel dopo gara. A mio avviso dobbiamo solo essere noi stessi, credere l’uno nell’altro, far circolare la palla come sappiamo fare, salvaguardare la voglia di vincere e mantenere quindi la griglia playoff. Non manca nulla, tranne il fatto di essere noi stessi dimostrandolo in gara”.

Si ripartirà domenica prossima con la gara di Mantova in casa della Dinamica Generale, squadra di metà classifica. Quali insidie nasconde la trasferta lombarda?

“Andremo li a conquistare i punti che non abbiamo capitalizzato domenica. Sarà una partita in casa di una squadra che si è rinforzata e farà di tutto per ben figurare davanti al pubblico amico. Però, più che parlare, sarà l’occasione per tornare all’opera sul parquet con incisività, la prima delle sei finali di cui parlavo prima, da gestire al meglio singolarmente e come squadra”.

Protagonista di un Poderosa Caffè

Tra un allenamento ed un’ altra seduta ecco persino qualche scatto promozionale per il brand Manuel Ritz. Trattasi di un Campogrande a tutto tondo….

“Si è trattato di un’esperienza interessante, che mi ha permesso di conoscere persone nuove, appassionate come me nel basket ma in ambito moda. Ho visto dunque un’orizzonte e un panorama diverso alla mia vita di sempre, una sorta di variazione sul tema”.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery sportiva

Con Powell e coach Ceccarelli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X