facebook twitter rss

Molly PIzzuti: ”Il sogno stagionale della Sutor? Un ulteriore salto di categoria”

SERIE C SILVER - Il presidente del sodalizio gialloblù lancia la rincorsa in vista dei playoff di fine stagione. Nel mentre, sabato prossimo, in occasione dell'ultima partita casalinga contro Fossombrone, alla Bombonera sarà festa dalle 19.00 con panini e birra artigianale
Print Friendly, PDF & Email

Il vertice gialloblù Molly Pizzuti

MONTEGRANARO – Archiviata la vittoria di Matelica (la 4° di fila) che ha confermato l’ottimo periodo di forma attraversato dai gialloblù, è tempo per la Sutor di rimboccarsi le maniche e di concentrarsi sul prossimo avversario atteso alla Bombonera: la Bartoli Fossombrone.

Per l’occasione la società veregrense ha organizzato un evento prima e dopo la partita, con birra, panini e dj fuori dallo storico palas; facciamo allora il punto della situazione con il presidente Molly Pizzuti.
Presidente, la stagione è ormai agli sgoccioli: mancano 3 partite ed i playoff si avvicinano. Come sta la sua squadra?

“Ha trovato finalmente il giusto equilibrio dopo un periodo di alti e bassi vissuti a causa delle numerose variazioni al roster: il rientro di Brandon Cataldo nel girone di ritorno, il grave infortunio di Riccardo Principi che lo ha tenuto fuori per tutto il girone di ritorno e che ci ha costretto a tornare sul mercato, ed infine l’arrivo di Meacci. I ragazzi sono carichi e pronti per il rush finale di questo campionato. Ringrazio il coach Marco Ciarpella per il lavoro che sta svolgendo con grande professionalità e dedizione, nonostante qualche difficoltà per l’organico ridotto come dicevo poc’anzi.”.

Dopo il periodo non troppo felice che ha coinciso con qualche sconfitta di troppo, ecco la striscia di 4 vittorie consecutive, l’ultima tra l’altro ottenuta sul difficilissimo campo di Matelica dove anche Ancona in passato si è dovuta arrendere. Dove può arrivare secondo lei la Sutor?

“L’obiettivo primario è sempre stato quello di raggiungere i playoff. Pensare di poter essere promossi nella categoria superiore sarebbe un gran bel sogno ma dobbiamo fare i giusti passi e lavorare sodo negli anni. Non siamo ancora pronti ad un passo del genere”.

La chiamata a raccolta per il popolo sutorino

Questo è il suo primo anno alla presidenza della Sutor, un ruolo prestigioso che già suo padre in passato ha ricoperto. Ci racconti cosa ha provato quando l’è arrivata la chiamata del comitato…

“Quando sono stata contattata dal comitato Coming Back Sutor non ho avuto esitazione ad accettare l’incarico. La Sutor è nel nostro dna e nel dna dei montegranaresi come abbiamo più volte ribadito in questi mesi. Avere l’onore di guidare una squadra con un così glorioso passato è una grande soddisfazione personale!”

Un nuovo progetto che cerca di ridare futuro a questo glorioso nome che a Montegranaro significa ancora molto, come lei stessa ci ha confermato. Come sta andando questa nuova avventura?

“Il progetto del comitato è sicuramente quello di riportare la Sutor ai vertici del basket. A Montegranaro hanno militato grandissimi giocatori presenti oggi nei roster delle principali squadre italiane e della nazionale, un nostro vanto ed orgoglio. La città sta rispondendo bene, la presenza media del pubblico alla Bombonera (a discapito della categoria) ne è la testimonianza. C’è ancora qualche muro da abbattere, qualche reticenza, ma questo primo anno ci è servito da esperienza per porre le basi per il futuro”.

Sabato, in occasione dell’importantissimo match contro Fossombrone, la società organizza un bell’evento fuori dal palazzetto: dalle ore 19.00 birra artigianale, panini e dj. E durante le pause fra i quarti, si esibiranno le ragazze della scuola di ginnastica ritmica sportiva “L’Aquilone” di Montegranaro. Insomma, il popolo sutorino è chiamato a raccolta…

“Si, sabato sarà l’ultima partita in casa del girone di ritorno. Abbiamo poi due partite importantissime in trasferta con Pisarum e Campetto Ancona, e quindi era questo il momento più opportuno per creare un evento che possa invitare il popolo sutorino a sostenere la squadra.”.

Che finale di stagione, sportivo ed amministrativo, si augura per questo gruppo?

“Per il finale di stagione sportivo, l’accesso ai playoff è quasi matematico ma dobbiamo cercare di portare a casa quanti più punti possibili per ottenere un buon piazzamento finale. Per la parte amministrativa siamo tranquill, prepareremo le basi per il futuro.”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X