facebook twitter rss

Tempo di bilanci per l’Anthropos:
spiccano elementi del Fermano

SPORT & DISABILITA' - Sul campo ecco il resoconto di Gabriele Brengola di Porto Sant’Elpidio, che brucia tutti nei 60 metri piani. Doppietta per Paola Abbadini di Sant’Elpidio a Mare negli 800 e nei 1500 metri amatori
Print Friendly, PDF & Email

Il gruppo ai campionati di Ancona

CIVITANOVA MARCHE (MC) – E’ tempo di bilanci per l’Anthropos, l’associazione maceratese dedita all’attiva sportiva per disabili che tra i suoi ranghi vanta anche preziosi elementi riconducibili al territorio fermano. Ad oggi è il momento di analizzare l’ultima esperienza, con l’ente sportivo è reduce dalla kermesse tricolore paralimpica ad Ancona.

Il team civitanovese ha organizzato l’evento per il sesto anno di fila onorando la due giorni del 17 e 18 marzo con 15 medaglie e due record italiani nelle gare Fisdir (10 ori, 4 argenti e 1 bronzo), 11 medaglie e un record italiano nelle gare FISPES (7 ori, 2 argenti e 2 bronzi).

Campionati Italiani Paralimpici di Atletica Indoor FISDIR e FISPES, insieme ai Campionati Invernali di Lanci Fispes validi come 1a tappa della Coppa Italia, hanno portato al Palaindoor e all’Italico Conti oltre 50 società con più di 200 atleti, garantendo la presenza simultanea di tutte le disabilità. Ha destato interesse anche la prova dimostrativa effettuata dai ragazzi del vivaio dell’Anthropos che si allenano al Palaindoor.

 

RISULTATI ANTHROPOS

In ambito Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali) la staffetta resta il fiore all’occhiello con il record italiano nella 4×200 (Koutiki, Mei, Brengola, Di Maggio) e l’oro nella 4×400 (Koutiki, Dieng, Brengola e Di Maggio). Nelle gare individuali ovazione per il civitanovese Carlo Corallini, capace di stabilire il record italiano nel triplo e prendersi l’oro nel lungo.

Paola Abbadini e Carlo Corallini

Tutto facile per il campione del mondo Ndiaga Dieng, autore di una “passeggiata dorata” nei 1500. Il fuoriclasse Ruud Koutiki di Maltignano taglia per primo il traguardo nei 400m piani, Gabriele Brengola di Porto Sant’Elpidio brucia tutti nei 60m piani e Florence Repetto di Pesaro vince i 60m femminili, ma i tre mancano l’impresa nei 200m (argento per Koutiki e, nei 200m Junior, per Brengola. Bronzo per Repetto). Il “double” riesce a Paola Abbadini di Sant’Elpidio a Mare negli 800m e nei 1500m amatori. Argento nel peso per Luigi Casadei di Ancona e nei 3000m marcia per Federico Mei di Civitanova Marche. Medaglie sfiorate per Firas Trad (Ancona), Adolf Agyemang (Loreto) e Marco Facchino (Montecosaro).

In ambito Fispes (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) svetta l’oro con record italiano nel lungo di Stefano Stacchiotti di Filottrano, capace di far suo anche il primo gradino del podio nei 60m piani. Doppio oro dell’esordiente Matteo Pompa di Roma nel peso e nel disco F41. Sul tetto d’Italia anche Bianca Marini di Jesi nei 60 e nei 200m piani T35. Ai vertici la veterana Annamaria Mencoboni di Pesaro con la guida Federico Pergolini di Ancona grazie all’oro nei 200m T12. Argento nel getto del peso F54 per Federico Belardinidi San Severino Marche e nel giavellotto F34 per Michele Macellari di Civitanova Marche. Terzo gradino del podio nel peso F55 per Luca Caporicci di Tolentino e nel giavellotto F37 per Jonatha Riderelli di Recanati.

 

Fotogallery

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X