facebook twitter rss

La dura legge dell’ex,
Pelliccetti fa sognare la Sangio
e affossa la Futura

PROMOZIONE - Torna il sorriso a Porto San Giorgio. In assenza di capitan Gabaldi squalificato, mister Pennacchietti dà spazio ad Edoardo Pelliccetti e quest'ultimo lo ripaga con il gol vittoria. Mastica ancora amaro la compagine capodarchese, che non riesce a bissare il successo dell'andata
Print Friendly, PDF & Email

Edoardo Pelliccetti, 21 anni, qui con la maglia della Futura 96

PORTO SAN GIORGIO – Manca Gabaldi, ci pensa Pelliccetti. L’attaccante classe 1996 torna a giocare dal primo minuto contro la sua Futura 96 (complice l’assenza del capitano nerazzurro) e sigla il gol vittoria dell’ex, regalando tre punti d’oro alla Sangiorgese, fresca di controsorpasso al Chiesanuova, che però scenderà in campo il prossimo 4 aprile nella tana del fanalino di coda Jrvs. Se i playoff saranno o meno alla portata dei nerazzurri di Marco Pennacchietti sarà la prossima trasferta a Colli del Tronto a dircelo, intanto i rivieraschi si godono il quarto posto.

Umore opposto, invece, in casa Futura 96, dove sebbene la classifica nei bassifondi sia corta, la seconda sconfitta consecutiva brucia, per giunta se arriva in un derby. I rossoblù, ai quali i tre punti mancano dallo scorso 10 febbraio a Trodica, dovranno ritrovare presto lo smalto dei giorni migliori per evitare di incappare nello spareggio playout come la scorsa stagione. Quando ancora c’era Pelliccetti.

IL TABELLINO

SANGIORGESE 1 (4-3-3): Calvaresi; Cudini, Gobbi, Bigoni, Tidei; Iuvalè, Petruzzelli, Gentile; Cestarelli (41′ st Beretti), Fabiani (28′ st Di Nicolò), Pelliccetti. A disposizione: Kapllani, Kouassi, Cicconi, Petrucci, Capiato. All. Marco Pennacchietti

FUTURA 96 0 (3-5-2): Verone; Marzan, Antonio Murazzo (37′ st Bartolini), Smerilli; Fiumaroli, Quinzi (30′ st Felicetti), Conte, Mannozzi (20′ st Drammeh), Murazzo Gianluca; Malaspina (23′ st Marcaccio), Bracciotti. A disposizione: Aquinati, Belleggia, Vitellozzi. All. Matteo Calvà

RETI: 25′ pt Pelliccetti

ARBITRO: Michele Manzotti di Jesi; assistenti Simone Tidei di Fermo, Simone D’angelo di Ascoli Piceno

NOTE: Spettatori 200 circa di cui 30 ospiti. Amoniti Malaspina, Bracciotti, Mannozzi, Pelliccetti, Conte. Allontanati il Direttore Sportivo Santarelli al 25′ pt e mister Calvà al 49′ del secondo tempo. Corner 5 – 2. Recupero +0′ +6′.

LA CRONACA

Al “Comunale Nuovo” di Porto San Giorgio va in scena il derby Sangiorgese – Futura 96 con le due squadre alla ricerca di punti preziosi ma per obiettivi diversi: da un lato i neroazzurri vogliono rientrare nella griglia playoff tornando a vincere dopo lo stop casalingo contro Montecosaro e il pareggio ottenuto a Trodica, dall’altro la Futura vuole acciuffare la salvezza diretta senza passare per i playout cercando di fare risultato dopo la sconfitta casalinga contro Montefano. La Sangiorgese scende in campo priva del suo capitano Gabaldi per squalifica così come la Futura deve fare a meno di Spinozzi e degli infortunati Capiato e Angelini.

La dura legge dell’ex. Un anno fa Pelliccetti festeggiava la salvezza con la Futura, quest’oggi segna decide il match in favore della Sangiorgese

Su di un terreno in pessime condizioni, le due formazioni iniziano a ritmi molto blandi facendo prevalere le difese e un gioco a centrocampo condito da diversi errori tecnici da una parte e dall’altra. La prima occasione è di marca rivierasca: al 9′ Gentile arriva sul fondo e mette in mezzo un traversone forte e teso che viene ribattuto corto dalla difesa e sul pallone vagante si avventa Fabiani che, da posizione defilata, calcia dritto per dritto trovando sulla sua strada un difensore ospite che mura la sua conclusione. Al 15′ invece è Iuvalè a provarci dai 30 metri dalla porta difesa da Verone ma il suo tiro si spegne alto sopra la traversa.  Al 25′ il migliore inizio dei locali viene premiato: la Sangiorgese ruba palla a centrocampo e Pelliccetti, scattato alla perfezione tra le maglie della difesa futurina, viene servito da un preciso filtrante che gli permette di arrivare a tu per tu con Verone battendolo con rasoterra alla sua sinistra. La Futura prova a reagire col gioco palla a terra, riuscendo ad alzare il baricentro e ad avere un maggior possesso palla, che tuttavia non frutta occasioni. Fino al 37′ però, quando Mannozzi sfrutta un rimbalzo favorevole della sfera e non ci pensa due volte a colpirla di controbalzo con un destro potente e preciso che si impenna e va ad infrangersi sulla traversa.

Il secondo tempo ricomincia con la Futura sbilanciata alla ricerca del pareggio e con la Sangio che prova a colpire in contropiede ma sbagliando nel momento del passaggio decisivo, con l’assenza di capitan Gabaldi che in queste situazioni si fa sentire. Al 50′ su un rinvio sbagliato dalla retroguardia ospite, Pellicceti si invola verso la porta avendo tra i piedi la possibilità di siglare la doppietta dell’ex ma davanti a Verone colpisce male. Al 68′ Bracciotti va via sulla sinistra e calcia in porta da posizione defilata con il cuoio che termina a lato di poco. Negli ultimi minuti di gara la Futura tenta il tutto per tutto conquistando diversi calci di punizione battuti dallo specialista Bartolini ma non sortiscono effetti positivi.

Leonardo Nevischi

Fotogallery

L’ingresso in campo dei giocatori

Sangiorgese e Futura 96 in campo per il saluto iniziale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti