facebook twitter rss

Liberalizzazione diritto d’autore:
cosa cambia per le Pro Loco,
incontro UNPLI

PORTO SAN GIORGIO - Dal 1 gennaio finito monopolio SIAE in Italia. Arriva Soundreef/LEA. Barone: "tuteliamo pro loco. Interlocutori chiari e nessun aumento di spesa"
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Si è svolta ieri all’interno della sala consiliare del Comune di Porto San Giorgio la riunione per o l’aggiornamento riservato ai presidenti e componenti del direttivo delle Pro Loco marchigiane, in materia di diritti d’autore e SIAE. Ad organizzarla l’UNPLI Marche (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) con la presenza di vari rappresentati delle stesse pro loco e del presidente regionale Mario Borroni.

Tema: la recente nascita di una nuova società, la Soundreef/LEA (Liberi Editori Autori), e la migrazione di alcuni artisti che prima erano con SIAE. A parlarne è stato Mario Barone, referente nazionale della Commissione paritetica UNPLI – SIAE che a Cronache Fermane spiega: “Duplice contenuto. Io mi occupo sia della convenzione che l’UNPLI ha sottoscritto il 2 giugno 1999 con SIAE, che della liberalizzazione del diritto d’autore nella comunità europea. Stiamo, perciò, lavorando con questa nuova società e con SIAE, per far si che le pro loco non abbiano troppi interlocutori, ma ne abbiano uno, chiaro, cui paghino il dovuto senza problemi”.
Dopo aver fatto il quadro della situazione sulla liberalizzazione del diritto d’autore avvenuto in Europa e in Italia dal 1 gennaio 2018, Barone è entrato nello specifico della convenzione per dare ragguagli alle Pro Loco affinché non si facciano errori. “Per le pro loco non dovrebbe cambiare nulla ai fini del pagamento, – ha sintetizzato Barone – e noi cerchiamo di tutelare le Pro Loco anche da un ipotetico aumento di spese”.
Durante la sua relazione Barone ha spiegato che “Soundreef è stata costituita nel 2011 in Inghilterra da un gruppo di italiani che non potendo costituirla in Italia lo ha fatto all’estero. Opera in tutto il mondo con oltre 25mila autori già iscritti. I primi italiani ad abbandonare SIAE – ha aggiunto Barone anche con l’ausilio di slide – sono Enrico Ruggeri, Fedez, J-Ax, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli e Fabio Rovazzi. Soundreef per operare in Italia ha dovuto costituire una nuova società no profit chiamata Liberi Editori Autori (LEA), società no profit”, ha detto tra le altre cose Barone prima di entrare nello specifico della convenzione ratificata dall’UNPLI nazionale.

Porto San Giorgio è la sede ogni estate dell’iniziativa Pro Loco in Festa, che anima il lungomare Gramsci con la presenza di stand nelle quali si possono gustare le varie specialità del territorio. Ad intervenire, quindi, è stato anche il sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira che dopo aver dato il benvenuto agli intervenuti ha ricordato le nuove normative cui sono sottoposte le iniziative relative alla promozione del territorio. “Le vostre capacità e il vostro saper fare con il radicamento nei territorio fa sì che qualunque vostra iniziativa sia partecipata richiamando affluenza di persone. Bisogna però rispettare determinate regole e prescrizione che aumentano sia la fatica e l’impegno organizzativo sia l’investimento anche nella sicurezza dei volontari che la realizzano sia delle persone che vi partecipano”, ha concluso il sindaco Nicola Loira. Consegnata a Mario Barone anche una targa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X