facebook twitter rss

L’Itet guarda al futuro dell’industria
insieme ai Maestri del Lavoro:
“Qui formiamo professionisti”

FERMO - Mercoledì 28 marzo dalle ore 9.50 nell'Aula Magna Battisti dell'Itet “Carducci-Galilei” incontro con il funzionario della Regione Antonio Secchi e il console interprovinciale Amilcare Brugni
Print Friendly, PDF & Email

La quarta rivoluzione industriale è alle porte ed il Ministero dello sviluppo economico ha inserito tra le principali azioni da intraprendere la premiazione di chi investe nel futuro: la disponibilità di sensori e di connessioni wireless a basso costo, l’impiego sempre più pervasivo di dati e informazioni, di tecnologie computazionali e di analisi dei dati, di nuovi materiali, componenti e sistemi totalmente digitalizzati e connessi.

Di questo, e di tutte le possibili conseguenze nel prossimo futuro in campo sociale e lavorativo, si parlerà mercoledì 28 marzo dalle ore 9.50 nell’Aula Magna Battisti dell’Itet “Carducci-Galilei” di Fermo, grazie all’intervento del Funzionario della Regione Marche, Antonio Secchi, responsabile del sostegno allo sviluppo della manifattura innovativa e dei servizi connessi. La continua collaborazione con i Maestri del Lavoro, regala così a tutti gli studenti delle IV e V classi dell’Istituto, l’opportunità di conoscere più da vicino questo progetto nazionale che si presenta come un’ottima occasione di entrare nel mondo del lavoro in maniera innovativa ed efficace.

Ad aprire l’incontro, prima dell’intervento del dott. Secchi sarà Amilcare Brugni, console interprovinciale (Ascoli Piceno – Fermo) dei Maestri del Lavoro, che presenterà le modalità attraverso le quali si viene insigniti dal Presidente della Repubblica della Stella al Merito del Lavoro.

La dirigente professoressa Cristina Corradini rinnova la sua gratitudine ai Maestri del Lavoro, da sempre vicini all’Istituto e che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile organizzare questo incontro: “La nostra scuola ha da sempre tra i suoi obiettivi quello di formare professionisti che siano in grado di affrontare il mondo del lavoro in maniera strutturata ed innovativa, ed è quindi una grande opportunità per i nostri studenti avere la possibilità di incontrare il dott. Secchi a spiegare loro in maniera pratica in cosa consiste questo progetto nazionale che offrirà loro ancora maggior opportunità di costruire un futuro di successo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti