facebook twitter rss

Vicenza penalizzato, scende a -6
dalla Fermana che è ancora
più vicina alla salvezza

SERIE C - Il club veneto, condannato alla sottrazione di 4 punti in classifica per gli stipendi di settembre e ottobre non pagati, scende al penultimo posto. Canarini vicinissimi alla permanenza in categoria. In arrivo per i biancorossi altri 2 o 4 punti di penalizzazione per gli stipendi successivi. Gialloblù in campo contro il Vicenza il 4 aprile
Print Friendly, PDF & Email

La classifica aggiornata

FERMO – È arrivata la sentenza di primo grado del Tribunale federale nazionale in merito al deferimento del Vicenza sui mancati pagamenti degli stipendi di settembre e ottobre non effettuati lo scorso 16 dicembre.

Sono stati inflitti quattro punti di penalizzazione al club biancorosso. Respinte, dunque, le eccezioni presentate dai legali del Vicenza.
Sei punti di penalizzazione anche all’Arezzo (girone A), due all’Akragas e quattro al Siracusa (girone B), tutti da scontare nell’attuale stagione. Il Vicenza scende dunque a quota 27 in classifica, davanti soltanto a Santarcangelo (26) e Fano (25).

Il Vicenza ha subito due settimane fa un secondo deferimento per gli stipendi non pagati a novembre, dicembre e gennaio, che dovrebbe portare ad una ulteriore penalizzazione entro la fine di aprile. La Fermana giocherà proprio a Vicenza la prossima partita di campionato, mercoledì 4 aprile(ore 18.30), quale recupero del match rinviato due domeniche fa. In panchina il Vicenza ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore che sostituisce l’esonerato Zanini, che è Franco Lerda, tecnico tra l’altro di cui mister Flavio Destro è stato il vice dal 2009 al 2011 a Crotone e a Torino.

Sabato prossimo, 31 marzo, invece i vicentini scenderanno in campo contro il Santarcangelo, penultimo. Con la classifica aggiornata la quota salvezza si è abbassata ancora di più, alla Fermana mancherebbe pochissimo per garantirsi di non avere alcun problema di retrocessione né di spareggi salvezza.

Paolo Bartolomei

 

Franco Lerda e Flavio Destro ai tempi del Torino


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X