facebook twitter rss

“Facciamo un patto per la città”:
lettera aperta di Marcotulli agli altri candidati

POLITICA - Il candidato del centrodestra rimarca come "un metodo diverso di amministrare sia un'urgenza improrogabile" e apre ad una collaborazione tra "visioni politico culturali diverse" 
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Marcotulli (candidato sindaco a Porto Sant’Elpidio)

Cari colleghi candidati sindaci dalla città di Porto Sant’Elpidio,

sono certo di parlare a persone che come me amano questa città, che la vivono da sempre come la loro casa, che la sentono e la sognano come la culla del mondo per se è i propri figli.

Visioni politico culturali diverse non possono in nessun modo far presupporre il venir meno dell’affetto di ognuno verso la nostra città.

La collaborazione tra le forze di opposizione è stata assai importante e proficua in questi 5 anni. É stata il segnale di come, pur nelle differenze di visioni, di obiettivi, di idealità, sia possibile riconoscersi intorno ad alcuni valori, alla condivisione di come un metodo diverso di amministrare sia un’urgenza improrogabile per Porto Sant’Elpidio. È per questa ragione che sono pronto a sottoscrivere con loro e con quanti lo condividano, un patto per la città che sia garanzia per i cittadini di una nuova amministrazione trasparente, che sappia realmente coinvolgere le realtà politiche democraticamente votate, che sappia porre priorità comuni, che sappia aprirsi al contributo di una cittadinanza stanca di assistere da spettatrice alle scelte per un futuro che la riguarda.

Non è un tentativo di improbabili alchimie, né una proposta di accordi sottobanco. È semplicemente uno stimolo a credere nel voto, nell’opportunita che ci troviamo davanti e per convincere tutti che una pluralità di scelta tra candidati sia un valore, una possibilità in più.

Per questo a quanti vogliono dimostrare che l’obiettivo è comune e come me credono che i principi di una sana amministrazione non abbiano colore politico né avversari dico: io ci sono!

Rimettiamo insieme la nostra città perché la amiamo veramente, perché vogliamo ascoltarla, perché vogliamo che torni una comunità coesa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X