facebook twitter rss

La Vallati parte all’attacco: “Patrimonio
pubblico in condizioni disastrose”

PORTO SANT'ELPIDIO - La candidata sindaco dei 5 stelle scettica sui progetti di nuovi percorsi ciclabili: "Da sempre il Movimento punta sulla mobilità sostenibile, ma ci chiediamo se sia questa la priorità viste le mancate manutenzioni delle ciclabili esistenti, di parchi, piazze, strade e marciapiedi"
Print Friendly, PDF & Email

Moira Vallati

Manutenzioni, degrado, sicurezza. Inizia da questi punti Moira Vallati, candidato sindaco del Movimento 5 stelle, nel suo primo intervento dopo la presentazione di sabato scorso. Una riflessione che parte dalla possibilità di realizzare nuovi percorsi ciclabili, annunciata dall’Amministrazione comunale, ed oggetto di un incontro sabato mattina a Villa Baruchello. “Da sempre il Movimento 5 Stelle ha evidenziato l’importanza di scelte politiche che vadano verso la mobilità sostenibile, prerogativa per la tutela dell’ambiente e la salute dei cittadini nell’ottica di una riduzione all’utilizzo di mezzi dannosi per l’ambiente – la premessa di Vallati – Ma come candidato Sindaco mi pongo in un’ottica di buon senso e di responsabilità amministrativa circa le scelte da compiere. Quindi ci chiediamo se l’intervento annunciato dall’attuale amministrazione in merito alla probabile realizzazione di nuove piste ciclabili sia la vera priorità a fronte delle carenze di manutenzione del percorso ciclabile già esistente sul lungomare, senza dimenticare le strade, i marciapiedi, le piazze ed i parchi pubblici che versano in condizioni disastrose“.

Prima di costruire il nuovo, insomma, serve prendersi cura di ciò che già c’è. “Ancora non abbiamo adottato soluzioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche, parcheggiamo lungo le strade senza adeguati marciapiedi, abbiamo fontane acquitrinose che a fatica riusciamo a mantenere pulite, verde pubblico non curato – continua la candidata pentastellata – Questo intervento avrebbe avuto senso, solo se questa amministrazione durante il suo mandato di 5 anni avesse curato il patrimonio pubblico con le necessarie manutenzioni. Le carenze evidenziate hanno determinato una situazione di evidente degrado ed il conseguente acutizzarsi di fenomeni delinquenziali, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti ed altre situazioni che minano la serenità dei cittadini”.

La proposta a 5 stelle, conclude la candidata sindaco, “sarà mettere in campo soluzioni di buon senso, valorizzando le priorità, occupandoci della cura e del decoro urbano dell’intero territorio comunale. Questo sarebbe solo un primo piccolo passo diretto a rendere Porto Sant’Elpidio una città attrattiva con la naturale conseguenza che sarà anche più sicura”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti