facebook twitter rss

Pasqua e Pasquetta fertile
per le due ruote di provincia

CICLISMO - Over e corridori giovanili di ambo i sessi nel week end alle spalle hanno tenuto alta la metaforica bandiera marchigiana sui tracciati delle competizioni organizzate oltre confine regionale. Tra essi spiccano anche esponenti e sodalizi del Fermano
Print Friendly, PDF & Email

Filippo Dignani a San Mauro Pascoli

FERMO – L’inizio del mese di aprile ha portato un’infinità di soddisfazioni al movimento ciclistico giovanile marchigiano (FCI Marche): tra Pasqua e Pasquetta due giornate di gare dove i corridori hanno conquistato tanti allori di tutto rispetto nel panorama delle competizioni che contano a livello nazionale.

In Umbria, a Città di Castello, il 24° Trofeo Alta Valle del Tevere per dilettanti ha trovato in Davide Leone (VPM Porto Sant’Elpidio-Monte Urano) il dominatore assoluto. Ha vinto per distacco togliendosi di ruota Umberto Marengo (Viris Vigevano), l’ultimo a resistere durante l’ultimo passaggio sulla salita del Canoscio con il terzo posto ad appannaggio di Nicolò Rocchi (Viris Vigevano).

Atleta abruzzese di Nereto, da quest’anno è in forza al team elpidiense: “È stata una gara molto stressante anche dal punto di vista meteorologico con freddo e pioggia che non ci hanno dato tregua. Sono uscito in una prima fuga di 10 elementi e abbiamo guadagnato fino a due minuti. Poi al penultimo giro ci hanno ripreso, sull’ultimo gran premio della montagna avevo davanti il mio compagno di squadra Andrea Di Renzo, Alessandro Frangioni e un corridore della Viris. Li abbiamo raggiunti allo scollinamento e in fondo alla discesa a 10 chilometri dall’arrivo sono partito in contropiede insieme a Marengo che non mi dava cambi e poi ha bucato trovandomi da solo al comando”.

Ventiquattro ore dopo, a Reda di Faenza, Leone ha concesso il bis alla Coppa Caduti di Reda per dilettanti dimostrando di avere un ottimo stato di forma. A completare la giornata di grazia della VPM Porto Sant’Elpidio è arrivato anche il secondo posto di Francesco Baldi che è stato tra i migliori nel gruppo inseguitore cogliendo il secondo posto davanti a Giacomo Zilio (Work Service Videa Coppi Gazzera).

Beatrice Bertolini a Calenzano

“Dopo 90 chilometri – è stato il commento di Leone dopo la seconda vittoria consecutiva a Reda – sono andato in fuga con Alessandro Frangioni della Futura Team Rosini. Abbiamo guadagnato subito un buon margine di vantaggio, ma avevamo ancora 60km da percorrere. Sull’ultimo gpm ho aumentato il ritmo e Alessandro ha perso contatto da lì ho pedalato per 20 km da solo fino al traguardo. Grandissimo lavoro di tutta la squadra e straordinario il secondo posto di Francesco Baldi aiutato allo sprint da un inesauribile Andrea Di Renzo”.

Sulle imprese poc’anzi citate leggi il nostro focus.

In ambito femminile, Eleonora Ciabocco è stata la stella del Memorial Diego e Simone Trovò a Schiavonia d’Este dove ha colto la seconda vittoria stagionale su strada tra le donne esordienti.

“Il ciclocross mi ha aiutato ad essere pimpante in queste prime gare su strada, oggi siamo riuscite ad andarcene all’ultimo giro su un percorso tutt’altro che semplice – ha dichiarato la campionessa italiana di ciclocross 2018 Ciabocco che è riuscita a dettare la propria legge sulle compagne di fuga Martina Sanfilippo (Rodman Pink Power) e Federica Venturelli.

Sempre a Schiavonia d’Este, brillante prestazione di Anastasia Carbonari (Born to Win) nella gara promiscua open-juniores che ha concluso al quarto posto dopo aver cercato la fuga in compagnia di altre sette atlete e solo nella volata per il terzo posto è stata battuta da Arianna Fidanza.

Eleonora Ciabocco a Schiavonia d’Este

Altra protagonista al femminile è stata Beatrice Bertolini per la OP Bike-MB Victory Team che ha conquistato il gradino più alto del podio nella Coppa Comune di Calenzano in Toscana tra le esordienti donne primo anno, quarto posto per la donna allieva Matilde Bertolini.

In Emilia Romagna altre gioie marchigiane tra gli allievi con la vittoria di Filippo Dignani (Scap Trodica di Morrovalle) alla Gran Premio Città di San Mauro Pascoli dove si è classificato al nono posto il compagno di squadra Marco Fermanelli mentre alla Coppa Sportivi del Giglio nono posto per il campione regionale in carica Gianmarco Garofoli (Recanati Marinelli Cantarini).

Performance da incorniciare per la OP Bike Porto Sant’Elpidio: in Emilia Romagna al Gran Premio Città di San Mauro Pascoli secondo posto di Anthoni Silenzi tra gli esordienti secondo anno, bravi anche Sebastiano Fanelli (Pedale Chiaravallese) e Davide Novelli (Pedale Rossoblù Picenum) rispettivamente all’ottavo e al decimo posto tra gli esordienti primo anno.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti