facebook twitter rss

Due milioni per il ponte sul Chienti, Porto Sant’Elpidio e Civitanova unite dalle due ruote

PORTO SANT'ELPIDIO - Stamattina a Villa Baruchello un incontro sulla mobilità dolce, che arriva all'indomani del finanziamento del Cipe per il collegamento litoraneo tra le due città costiere, la soddisfazione dei sindaci Franchellucci e Ciarapica
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche unit enel segno della mobilità dolce. L’incontro di stamattina a Villa Baruchello sui percorsi ciclabili non poteva arrivare in un momento migliore, dato che proprio ieri è arrivata notizia dello stanziamento, da parte del Cipe, di fondi per 2 milioni di euro assegnati al progetto di realizzazione di un ponte ciclopedonale sul Chienti che congiungerà i lungomari delle due città rivierasche. A parlare delle progettualità future c’erano i due sindaci, Nazareno Franchellucci e Fabrizio Ciarapica, gli assessori Annalinda Pasquali ed Ermanno Carassai, l’architetto Bruno Valeriani, progettista della ciclovia tra le due città, e l’architetto Daniele Rosettani, ideatore del ciclodrono, un parco ciclabile per il territorio. In platea anche i candidati sindaci Giorgio Marcotulli ed Alessandro Felicioni.

In apertura si sottolinea come i progetti siano inseriti nell’asse 4 dei finanziamenti europei Por Fesr Marche 2014/2020 e siano freschi di finanziamento, con 2 milioni per il ponte e 3 per la ciclovia sul Tenna.
Il collegamento con Civitanova è un progetto storico – esordisce Franchellucci – Dopo tante prove di dialogo tra le amministrazioni delle due città per studiare le migliori forme di collegamento, siamo arrivati, grazie alle opportunità offerte dai finanziamenti europei, a cogliere questa opportunità. Si è ragionato negli anni anche di un ponte carrabile sul Chienti, che per tante ragioni non si è realizzato. Oggi siamo qui non solo a parlare di infrastrutture, ma anche di un approccio culturale verso la mobilità dolce. Non serve andare in Olanda per usufruire della vici, ci sono esempi anche vicini, penso a Pesaro e Fano, che da anni puntano sulle ciclabili urbane”.

“Oggi vediamo su carta realizzarsi ciò che da anni sognavamo -. aggiunge il sindaco civitanovese Ciarapica – Il ponte si inserisce in un progetto più ampio che coinvolge, oltre alle nostre due città, anche Potenza Picena. Mi piace rimarcare soprattutto la cooperazione tra diverse municipalità. La collaborazione porta risultati. Questo ponte è reale, ma anche metaforico nell’unire due territori. Nell’ambito del potenziamento dell’attrattività turistica del territorio, molto importante è anche la doppia rotatoria all’uscita dalla superstrada 77, speriamo di andare presto in Conferenza dei servizi per poter appaltare i lavori e partire”.

L’assessore Annalinda Pasquali puntualizza come i progetti in corso non siano “uno scarabocchio, ma una pianificazione concreta, che con l’accesso ai finanziamenti europei ora prende corpo. Anche nel masterplan generale della città, presentato nei mesi scorsi, la nostra amministrazione ha introdotto percorsi ciclabili urbani per consentire passaggi in sicurezza in diverse aree del territorio comunale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X