facebook twitter rss

Museo polare via da Fermo?
Ipotesi ritorno a Civitanova

LO STORICO ISTITUTO fondato da Silvio Zavatti potrebbe tornare nella sede originaria. Il figlio dell'esploratore ha incaricato uno studio legale di valutare la convenzione con la quale era stato acquistato da Fermo
Print Friendly, PDF & Email

 

di Laura Boccanera

Addio a Fermo per il museo polare Zavatti? Lo storico istituto culturale fondato da Silvio Zavatti, unico nel suo genere in Italia potrebbe tornare nella sua collocazione originaria a Civitanova. La notizia è molto più di una indiscrezione ed è trapelata dopo che il figlio dell’esploratore, Giuseppe Zavatti ha dato incarico allo studio legale Perfetti di Civitanova di valutare la convenzione con la quale nel 1985 il museo è stato acquistato dalla città di Fermo. Il trasferimento da Villa Vitali a Palazzo Paccaroni infatti è stato mal digerito dall’erede dell’esploratore che ora vuole vedere se ci sono possibilità di una collocazione più adeguata. A causa del terremoto l’istituto geografico polare che consta di museo polare, sede della Rivista Il Polo, biblioteca, emeroteca è stato trasferito da villa Vitali a Palazzo Paccarone con una riduzione significativa dello spazio a disposizione che passa da 300 metri quadrati a 160 e con la condivisione di locali con il museo ornitologico. La convenzione, prevedeva che il museo non venisse spacchettato e ora, tutta la pratica, è in mano ad un legale che valuterà se è possibile sciogliere anticipatamente il vincolo con Fermo che scade nel 2027, a 40 anni dall’acquisto. E qui torna in ballo Civitanova, la sede originaria, dove tutto nacque nel 1969 per volontà di Silvio Zavatti, già fondatore a Forlì nel 1944 dell’Istituto Geografico Polare, di cui è parte integrante. Solo nel 1985 il Museo viene acquistato dal Comune di Fermo, uno smacco mai ricucito per Civitanova. E in questo senso ci sarebbero già dei contatti con l’amministrazione comunale civitanovese entusiasta dell’ipotesi di riappropriarsi di un piccolo tesoro scientifico unico in Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti