facebook twitter rss

Tris Cerbone, il San Marco
continua a volare alto

PROMOZIONE - Roboante 0-3 inflitto in esterna alla compagine maceratese del Trodica con l'attaccante che, in barba alle trentanove primavere sulle spalle, liquida la squadra di Fanì in lotta per la salvezza per consolidare i suoi in vetta alla classifica. Il tutto in attesa della gara della seconda classe Potenza Picena, in campo domani contro la Sangiorgese
sabato 21 aprile 2018 - Ore 22:51
Print Friendly, PDF & Email

Il tecnico della matricola di campionato in testa alla classifica, Peppino Amadio

TRODICA (MC) – Un, due, tre Cerbone. Non è affatto un nuovo gioco ad emulare la celeberrima “stella”, anzi, la faccenda è quanto mai seria: grazie alla tripletta dell’inossidabile attaccante napoletano ex, tra le altre, di Folgore Falerone e Sangiustese, il San Marco si consolida in vetta alla classifica a quota 54, in attesa delle sorti della sfida del turno corrente a carico della vice capolista Potenza Picena (ora a 48 punti), che sarà impegnata domani pomeriggio contro la Sangiorgese.

IL TABELLINO

TRODICA 0: Pennacchietti, Panico, Lambertucci (15’ st Diagne), Pape, Mbengue, Mustafà, Marchioni, Giri, Papa, Lattanzi (15’ st Sbrissa), Monserrat (15’ st D’Aguanno). All. Fanì

SAN MARCO SERVIGLIANO LORESE 3: Carnevali, Bruni, Iommi, Tidiane, Finucci, Aloisi, Mancini, Quadrini (15’ st Bah), Cerbone (35’ st Jallow), Iacoponi (20’ st Mangiola), Frascerra (20’ st Frascerra). All. Amadio

ARBITRO: Alice Gagliardi di San Benedetto; Daniele Busilacchi di Ancona e Nicola Gianfelici di Macerata

RETI: 10’, 20’ e 7’ st Cerbone

NOTE: Allontanato mister Fanì, ammoniti Panico e Bruni, recupero 0’+3’, spettatori 150 circa

LA CRONACA

La squadra di mister Peppino Amadio, dopo alcune uscite a guadagnar la posta piena di misura ed all’ultimo scampolo di recupero, nell’occasione in esame mette le cose in chiaro subito, per una vittoria netta inflitta ad un Trodica sempre più relegato nel cuore dei playout, a dimenarsi dunque per la pratica salvezza.

Il primo gol arriva al 20′, su un cross pennellato da Quadrini dall’out sinistro all’altezza del primo palo, dove Cerbone anticipa tutti di destro per il vantaggio. Il raddoppio parte dalla fuga dalla destra di Mancini, con la sfera giunta ancora una volta al goleador di giornata che prima la protegge e poi, girandosi di sinistro, la indirizza sotto la traversa poco dopo i trenta minuti di gioco. Nella ripresa la capolista continua a spingere e così, al 12′, su un calcio d’angolo partito dal sinistro educato di Iacoponi c’è la spiazzata di Mancini ancora una volta nei pressi del primo palo, dove il classe ’79 si esibisce in spettacolare sforbiciata per il definitivo tris.

Paolo Gaudenzi

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X