facebook twitter rss

sTREpitoso Cobà, battuta
in esterna l’Eta Beta Fano

CALCIO A 5 - Una doppietta di Mazoni ed una rete di Sgolastra regalano lo 0-3 esterno ai giocatori di mister Campifioriti. Inizia nel migliore dei modi il cammino nei playoff verso la A2
domenica 22 aprile 2018 - Ore 02:43
Print Friendly, PDF & Email

FANO (PU) – Emozioni incredibili in quel di Fano, dove il Futsal Cobà schianta per 3-0 i locali dell’Eta Beta (Sgolastra, doppietta Mazoni) mettendo una seria ipoteca sul primo turno dei play-off per il passaggio in Serie A2.

Davanti al pubblico delle grandi occasioni, in un palazzetto gremito e partecipe, i ragazzi di mister Campifioriti giocavano una gara magnifica, non concedendo praticamente nulla al pur forte avversario (capace in campionato di ingabbiare gli Sharks con due pareggi, 2-2 all’andata e 0-0 al ritorno) e mettendo a segno tre reti d’autore.

Da brividi il primo centro di “D’Artagnan” Sgolastra a pochi minuti dal via: fuga sul diretto avversario, tiro micidiale e gol, festeggiato con un dolcissimo bacio alla mamma da grande campione e uomo vero, prima fuori dal campo e poi dentro. Applausi scroscianti dei numerosi sostenitori ospiti, che ben sapevano quale gara aspettasse gli Squali nella tana dei quarti classificati.

Partita comunque preparata in maniera magistrale e dominata sotto ogni punto di vista, atletico, tattico, tecnico e comportamentale. Pochissimi i varchi concessi, con un Mazoni devastante, prezioso dietro e letale in avanti: soprannominato non a caso “Hulk“, metteva a segno il 2-0 in caduta resistendo ad un doppio intervento in area da parte di due difensori locali.

Sul meritatissimo doppio vantaggio per i biancoazzurri si chiudeva la prima frazione, non prima però che si ergesse sugli scudi Moretti, autore di una parata decisiva sulla prima vera conclusione nello specchio dei granata. Un intervento difficile e determinante, in un momento cruciale: subire gol senza aver mai corso pericoli sarebbe stata una beffa ed potuto riaprire l’incontro, galvanizzando i fanesi.

La ripresa si apriva invece sulla falsariga dei primi 20’, con “Batman” ancora prodigioso a sventare ogni tentativo locale: tre parate stupende per coefficiente di difficoltà e importanza morale. Insuperabile quest’oggi la retroguardia Sharks, con un capitan Bagalini con i gradi del condottiero a tenere sempre altissime concentrazione e determinazione nei compagni.

Al passare dei minuti la partita si faceva infatti sempre più maschia, con tanti interventi al limite del consentito, spesso addirittura non ravvisati. Ne aveva fatto le spese in precedenza con una ferita al volto Siviero (a lui e Paschoal il compito di dare brillantezza e vivacità agli ospiti), andava peggio invece a Sgolastra, costretto a lasciare il campo claudicante dopo una botta al piede. Nulla però potevano opporre i fanesi alla giornata di grazia di Mazoni, che con un pallonetto d’alta scuola autografava il 3-0, punteggio con il quale si chiudeva l’incontro, dal finale incandescente.

“Finchè c’è un obiettivo a cui puntare nulla è impossibile”, aveva dichiarato nel pregara il presidente Staffolani. Il dg Bagalini aveva risposto: “ Ragazzi, metteteci il cuore e scatenate l’inferno!”. Così è stato. Ed al termine di una gara encomiabile, gli Squali di Campifioriti, lucidi e concentrati nel proseguire il proprio sogno, aggiungevano al solito cuore Shark anche testa, gambe e cervello, portando a casa un risultato fondamentale per il prosieguo del proprio cammino verso la gloria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X