facebook twitter rss

Pinturetta beffata su rigore
nell’extratime, il Colli esulta

PROMOZIONE - Il gran cuore di Gyabaa che si procura un rigore su una palla morta, consente al Colli di superare a fatica la Pinturetta. Il vantaggio iniziale di Alijevic viene riequilibrato da Marilungo, poi Crocetti trasforma un penalty nei minuti di recupero
Print Friendly, PDF & Email

L’11 titolare della Pinturetta

COLLI DEL TRONTO (AP) – Quando mancano quattro giornate alla fine della regolar season, la Pinturetta sembra ormai destinata a lasciare la categoria senza passare per gli spareggi playout. La debacle odierna, arrivata nei minuti di recupero, rincara la dose di pessimismo. A nulla serve il primo sigillo in maglia rossoblu di Marilungo, quando al 91′ Crocetti fredda Vallesi dagli undici metri.

L’11 titolare dell’Azzurra Colli

IL TABELLINO

ATLETICO AZZURRA COLLI 2: Camaioni, Acciaroli, Croce, Stangoni, Luciani (73′ Gyabaa), Alijevic (40′ Grilli), Zharaoui, Coccia, Giansante, Crocetti, Nardini (70′ Mariani). All. Salvatore Fusco

PINTURETTA 1: Luca Vallesi, Verdecchia, Cancellieri, Dragjoshi, Mosca, Gobbi, Postacchini (76′ Rakipi), Mancini, Marilungo, Spagna, Benigni. All. Daniele Fontana

RETI: 26′ Alijevic, 69′ Marilungo, 91′ Crocetti (R)

ARBITRO: Alessio Ercoli di Fermo; assistenti Emanuel Luigi Amorello di Pesaro, Sofia Ripanti di Ancona

LA CRONACA

Daniele Fontana, tecnico della Pinturetta

Senza Paoluzzi e Battilana, Fusco rilancia Coccia, Croce e Nardini nel 4-3-3, mentre Fontana ribatte col canonico 4-4-2 dove Spagna e Marilungo pungono più volte la difesa locale. Avvio di gara soporifero. Al 20’ il primo episodio: Spagna prova una sventola dai 20 metri, Camaioni è presente. La risposta di Nardini tarda solo 2 minuti, il suo tiro dal limite dell’area sibila vicino al palo alla sinistra di Vallesi. Al 27′ bellissima azione sull’asse Nardini-Alijevic, con il primo che serve il secondo dal lato destro dell’area di rigore, il bosniaco si inserisce coi tempi giusti e infila Vallesi. Lo stesso Alijevic poi si fa male ed è costretto a uscire rimpiazzato da Grilli. Finale di tempo con un emozione per parte: prima Spagna salta l’intera retroguardia ma calcia debolmente, poi Nardini fa tutto bene scappando via sulla destra ma tarda il passaggio per Crocetti.

A inizio ripresa è ancora l’incontenibile Spagna con un gran tiro dal limite ad impegnare Camaioni, che si esalta e ricaccia dall’incrocio il tentativo del numero 10 ospite. Risponde Grilli dal vertice sinistro dell’area ben servito da Croce, la sua conclusione è alta di poco. Al 68’ Spagna ancora di testa, Camaioni ribatte. È il preludio al gol. Mancini beffa Camaioni che esce troppo dai pali e mette in mezzo per Marilungo che infila a porta vuota. Il gol del pari ospite dà la scossa ai collesi, penalizzati oltremodo dall’infortunio di Luciani, sostituito da Gyabaa. Due azioni tambureggianti in fotocopia del neo entrato Mariani mettono Zahraoui in condizione di battere a rete, ma senza trovare buona sorte. Al 85′ il Colli rischia la beffa in contropiede quando Spagna porta a spasso tutta la retroguardia e serve Benigni che, sul secondo palo a Camaioni battuto, cicca clamorosamente la palla del vantaggio. Gol mancato gol subito. Gyabaa infatti in mischia si butta su un pallone vagante con anima e cuore e viene steso da Vallesi. Rigore che Crocetti realizza, fissando il punteggio sul 2-1 e arrivando al nono centro stagionale. Nel finale, Mariani e Giansante in contropiede falliscono due palle gol clamorose.

Fotogallery di Fabrizio Ottavi

Il gol di Alijevic che ha rotto il ghiaccio

L’esultanza della Pinturetta al pareggio

Il momento in cui l’arbitro decreta il rigore

Il rigore trasformato da Crocietti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti