facebook twitter rss

“Meridiane e orologi solari”,
l’evento di Italia Nostra
in ricordo di don Alberto Cintio

FERMO - L'evento si terrà sabato alle 17,30 nella sala conferenze della Camera di Commercio, in corso Cefalonia 69
Print Friendly, PDF & Email

Il ricco calendario annuale di proposte culturali promosso dalla sezione di Fermo di Italia Nostra presenta un nuovo interessante appuntamento sabato prossimo, alle ore 17,30, nella sala conferenze della Camera di Commercio di Fermo in corso Cefalonia 69 dal titolo “Meridiane e Orologi solari”.
“Un tema inconsueto e forse dimenticato dopo la scomparsa di don Alberto Cintio (28 febbraio 1941 – 05 marzo 2012), già associato di Italia Nostra, sezione del Fermano, che – fanno sapere da Italia Nostra – è stato uno dei maggiori esperti di gnomonica a livello nazionale ed è, infatti, a lui che l’incontro pubblico è dedicato.
Laureato in Scienze Naturali, Don Alberto Cintio è stato docente di queste discipline presso il Liceo Scientifico “Temistocle Calzecchi Onesti” di Fermo; nell’insegnamento ha sempre utilizzato la Gnomonica come strumento didattico per la comprensione della meccanica celeste, ideando vari software per il calcolo delle effemeridi del Sole e per realizzare meridiane di ogni tipo a Fermo, nelle Marche, in Italia e in Europa.
Autore, inoltre, di moltissimi articoli su riviste del settore, ha organizzato, tra l’altro, proprio nelle Marche, quattro Seminari Nazionali di Gnomonica, di tre giornate ciascuno. Ha realizzato circa 100 meridiane, tra restauro di antiche e calcolo e progettazione di nuove, molte scolpite nel marmo, altre dipinte su intonaco, altre ancora su piastrelle di ceramica.
Di don Alberto Cintio dirà, nel corso dell’incontro, uno dei suoi “allievi”, Nicola Severino, anche lui persona di profonda conoscenza della Gnomonica; Severino illustrerà e parlerà anche di Meridiane e di Orologi Solari, fornendo le prime elementari nozioni di questa scienza estremamente affascinante. Un appuntamento da non perdere che Italia Nostra del Fermano propone a tutti i cittadini per contribuire a riscoprire una dottrina affascinante come la gnomonica”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti