facebook twitter rss

Gioco d’azzardo, quattro Comuni
del Fermano tra i primi sei
delle Marche per spesa pro capite

REPORT - ECCO TUTTI I DATI La provincia di Fermo porta ben quattro Comuni tra i primi sei della Regione (terza nelle Marche Porto San Giorgio) per spesa pro capite in slot machine, scommesse, lotterie istantanee e in 11 su 40 si va oltre la media nazionale
sabato 26 maggio 2018 - Ore 19:18
Print Friendly, PDF & Email

La coscienza che ci sia un problema con i giochi d’azzardo e lotterie istantanee nel Fermano lo si è iniziato a capire da qualche anno. I dati dell’Agenzia delle Entrate relativi al primo semestre del 2017 non fanno che confermarlo: la provincia di Fermo porta ben quattro Comuni tra i primi sei della Regione per spesa pro capite in slot machine, scommesse, lotterie istantanee e in 11 su 40 si va oltre la media nazionale, che parla di 610,3 euro a testa spesi nei sei mesi di riferimento.

Sul gradino più basso del podio regionale della poco edificante classifica, dominata per le Marche da Monsano (3.269,18 euro pro capite, più di cinque volte la media nazionale) con grande distacco su Civitanova Marche (1.896.48 euro), si piazza infatti Porto San Giorgio, che va quasi tre volte oltre la media attestandosi sui 1.767,29 euro spesi da ogni cittadino in giochi d’azzardo nel primo semestre del 2017, praticamente 300 euro al mese puntati per tentare la fortuna da ogni sangiorgese, un totale di 28,4 milioni di euro che in sei mesi se ne sono andati in schedine e giochi vari. Alle spalle del centro rivierasco un terzetto dalla Media Valle del Tenna: Magliano di Tenna (1.574,95 euro) batte di un soffio Falerone (1.544,79 euro), ma poco più dietro ecco anche la regina della vallata, Montegiorgio (1.320,15 euro). Poco sotto la quota “psicologica” dei mille euro ecco Monte Urano (929,09 euro a testa), ma sopra la media nazionale si attestano anche Pedaso (867,80 euro), Montappone (851,22 euro), Ortezzano (849,60 euro), Porto Sant’Elpidio (824,36 euro), Montegranaro (763,73 euro) e Moresco (749,57 euro). Al contrario, i cittadini meno “viziosi” sono quelli di Monte Vidon Combatte, dove sono stati giocati appena 726,23 euro totali da tutta la popolazione, appena 1,65 euro a testa.
Interessante anche il raffronto con le vincite. Qui la media nazionale parla 486,61 euro a testa nei primi sei mesi del 2017, ovvero per ogni euro giocato si vincono mediamente 76 centesimi. Il resto finisce in parte nelle casse dello Stato ed in parte ad agenzie ed imprese varie del settore. Tornando alle Marche e al Fermano, dove il rapporto puntata/vittoria conferma il trend, Porto San Giorgio ribadisce il terzo posto regionale anche per quanto riguarda le vincite (1.425,67 euro pro capite), con alle spalle stavolta Falerone (1.255,58 euro) a superare di un nulla Magliano di Tenna (1.253,61 euro) e Montegiorgio poco più indietro (1.040,36 euro). Insomma, statisticamente parlando, dove si gioca di più, si vince di più. Ma, sui grandi numeri, lo scommettitore non vince mai.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X