fbpx
facebook twitter rss

Don Franco Monterubbianesi compie 87 anni
“Porto dentro i diritti dei più deboli”

ROMA - Sabato scorso l'incontro con monsignor Rocco Pennacchio per un confronto sul ruolo dei giovani nel territorio fermano
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

“Porto dentro i diritti dei più deboli”: anche nel giorno del suo 87simo compleanno Don Franco Monterubbianesi non accantona i suoi principi e i suoi obiettivi. Circondato da tanti amici nella sua Grottaferrata, vicino Roma, mantiene sempre un forte legame con il Fermano. “Sono stato lì nei giorni scorsi – ricorda – per parlare con il nuovo vescovo e ragionare insieme sul ruolo dei giovani, sul quale lui stesso crede molto”. Un territorio, il nostro, che Don Franco da anni tenta di stimolare, sull’agricoltura sociale come sul tema dell’integrazione dei migranti, soprattutto facendo leva sul ruolo dei sindaci. “Sono figure essenziali per muovere l’intera comunità ad interessarsi delle problematiche reali che stiamo vivendo”.

Infine, il suo apprezzamento infinito per Papa Francesco. “L’enciclica Laudato Siì è il grande manifesto con cui dobbiamo reagire a questa situazione in cui c’è un grido per la terra, ma c’è soprattutto il grido dei poveri e dei deboli che da questa società vengono scartati. Francesco non scherza affatto con i problemi sociali, la sua è un’azione determinata che tutti dovremmo seguire. Ed io, come fondatore di Capodarco, ho già detto a Petrini dello Slow Food che voglio aderire al movimento che prende il nome proprio dall’enciclica, nella quale il tema ambiente è cruciale. Con Petrini ci incontreremo qui a Roma nei prossimi mesi e svilupperemo insieme nuove progettualità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X