facebook twitter rss

Finale del Mangiadischi al Girfalco,
sul palco 3 artisti e il rapper D’Amico

FERMO - Venerdì 1 giugno dalle ore 22 l’area del Girlfalco ospita la finale del contest musicale Il Mangiadischi, giunto alla quarta edizione
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Venerdì primo giugno dalle ore 22 l’area del Girlfalco ospita la finale del contest musicale Il Mangiadischi, giunto alla quarta edizione. Igor Pitturi, Francesco Pecs e la Kronos Band sono i tre finalisti che si esibiranno accanto ad un ospite speciale, il rapper Dargen D’Amico.
“Lasciare ai ragazzi di Fermo la possibilità di programmare appuntamenti musicali aiuta a coinvolgerli, facendoli sentire parte attiva della città”. Ne è convinto il sindaco Paolo Calcinaro, e lo ha detto in occasione della presentazione della serata. A fornire i dettagli è Vittorio Lauri della Nufabric che per il quarto anno collabora con il Comune nella realizzazione dell’appuntamento. “Il vincitore scelto da una giuria di esperti tra i tre finalisti, registrerà un demo di 4 pezzi diffuso in 200 copie. Nufabric è molto contenta della collaborazione con il Comune che va avanti dal 2013 – ha aggiunto Vittorio Lauri ricordando che – quest’anno alle iscrizioni dalle Marche si sono aggiunte molte da fuori regione, in crescita rispetto al passato, segno del bisogno di contest per giovani musicisti emergenti. Le serate delle semifinali svolte in 3 locali di Fermo sono andate bene, a livello di pubblico, e la giuria ha scelto un artista per ciascuna serata: il primo giugno i tre artisti, due da Ancona e una band fermana, si esibiranno al duomo. L’importanza del Mangiadischi – ha concluso Vittorio Lauri di Nufabric – riguarda anche i progetti che non vincono, con cui restiamo in contatto per trovare date per esibizioni al fine di farli crescere e conoscere”.

Igor Pitturi è un cantante e attore residente ad Ancona, Francesco Pecs è un cantautore di 23 anni che dal 2016 porta avanti il suo progetto solista, la Kronos Band è un gruppo di giovanissimi perlopiù fermani che propone un rock progressivo con influenza provenienti dal passato.

Alberto Scarfini, assessore alle Politiche Giovanili ha ricordato che “l’anno scorso la finalissima si svolse al San Carlo in periodo invernale. Quest’anno la finale si svolge al duomo, grazie al lavoro svolto da Nufabric, che sono un gruppo di giovani fermani capaci di richiamare giovani a Fermo. Al Mangiadischi, quest’anno è collegato un progetto voluto e curato dall’Ambito XIX per la creazione di una web radio e lo svolgimento di laboratori e workshop in vari comuni della Provincia”.
Progetto che è stato presentato da Lucia Enei e Raffaela Iale, in rappresentanza dell’Ambito XIX.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X