facebook twitter rss

Nuova lettera di Cesaroni a Marinangeli:
“Tu parli di unione, io di fusione”
Proposto un consiglio comunale aperto congiunto

COMUNANZA/AMANDOLA - Cesaroni: "Ti propongo di discutere di questa ipotesi in una seduta congiunta dei nostri consigli comunali per verificare concretamente la fattibilità del progetto. Se sei d'accordo potremmo fissare una data nella settimana dell'undici giugno, ad esempio venerdì 15 verso le 17"
Print Friendly, PDF & Email

 

“Caro Adolfo, grazie per la pronta risposta alla mia lettera aperta (leggi l’articolo). Con piacere apprendo la tua condivisione di tutte le problematiche del nostro territorio e l’urgenza di affrontarle, stante la gravità delle stesse. La nostra corrispondenza evidenzia però le differenti vedute riguarda gli strumenti da utilizzare per affrontare e possibilmente risolvere le criticità condivise”.

Inizia così la nuova lettera aperta del sindaco di Comunanza Alvaro Cesaroni in risposta al primo cittadino di Amandola Adolfo Marinangeli. “Tu parli di uninione – scrive Cesaroni – io di fusione dei nostri comuni. Le due ipotesi sono alquanto diverse: l’unione dei Comuni esiste già, ne facciamo parte e penso siamo d’accordo che nulla di concretamente significativo ha prodotto in tanti anni.La crisi attuale del territorio testimonia tutto ciò.La fusione di cui parlo è cosa ben diversa: unico Comune (la Città dei Sibillini, unico sindaco eletto dalle due comunità. unica giunta, unico consiglio comunale, due municipi (Amandola e Comunanza).

Cesaroni spiega: “L’assetto istituzionale nuovo consentirebbe veramente un’efficiente riorganizzazione degli uffici comunali eliminando doppioni e razionalizzando risorse da destinare a servizi aggiuntivi e così via razionalizzando ed efficientando. Ti propongo di discutere di questa ipotesi in una seduta congiunta dei nostri consigli comunali per verificare concretamente la fattibilità del progetto. Se sei d’accordo potremmo fissare una data nella settimana dell’undici giugno, ad esempio venerdì 15 verso le 17, nella sala convegni della Fondazione Carisap di Amandola o nell’auditorium Luzi di Comunanza. Attendo tue nuove”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X