facebook twitter rss

Amarezza Sutor, il San Nicola
vince la prima tappa interzona

SERIE C SILVER - A Taranto la compagine calzaturiera del giovane coach Marco Ciarpella cede all'ultimo per 76-71 al quotato avversario campano. Per sperare nella serie B bisognerà ora puntare alla porta di servizio passante per il secondo posto del girone, da agguantare domani battendo il Lamezia
Print Friendly, PDF & Email

TARANTO – La Sutor non ce l’ha fatta. Il San Nicola Basket batte la compagine calzaturiera 76-71 al termine di un sfida in cui hanno regnato, tutto sommato, valori equi. Neanche il tempo di smaltire le tossine e l’amarezza quotidiana perché, già domani, si torna in campo per una posta in palio alquanto delicata: alle ore 18.00 ecco infatti la palla a due contro il quintetto del Lamezia Terme di Gaetano Franco. Necessario vincere per rincorrere quel secondo posto che potrebbe garantire un’ulteriore occasione di approdo in B tramite gli appositi ulteriori spareggi.

IL TABELLINO

SUTOR MONTEGRANARO 71: Lupetti 17, Rossi L. 14, Selicato 4, Meacci, Cioppettini ne, Ciarpella, Bartoli 13, Temperini 12, Capancioni ne, Grande 2, Cataldo 9. All. Ciarpella

SAN NICOLA BASKET 76: Pignalosa 7, Riccio 2, Di Martino ne, Viera 13, Marini, Garofalo 12, Mihalic 15, Erra, Zano 3, Russo ne, Johnson 24, Gravina ne. All. Falcombello

PARZIALI: 22-15, 14-18, 21-20, 19-18

LA CRONACA

Lupetti e Rossi sono gli arcieri che dall’inizio della contesa evitano la fuga del San Nicola, ben emulati successivamente da Temperini soprattutto sino alla metà del match. Linton Johnson, però, è l’elemento che fa la differenza in quota alla selezione di coach Falcombello (a fine gara autore del nutrito gruzzoletto quotato 24 punti). Con lui i compagni di squadra come Mihalic, Viera e Garofalo, elementi dotati nel complesso di fisico e tempra per la categoria superiore. Il confronto scorre tuttavia verso la sirena punto a punto, ad un minuto dalla fine circa i calzaturieri hanno persino sganciato la bomba del potenziale pari, purtroppo ad impattare solo sul ferro. L’epilogo è griffato nel segno del San Nicola, lesto ad imprimere alla gara la zampata necessaria valsa la vittoria.

Per come anticipato, l’imperativo ora è quello di girare repentinamente pagina, cercando il successo domani contro i rappresentanti del territorio di Catanzaro, alla stessa ora, e puntare quindi subito dopo tutte le fisches sugli spareggi a cui avranno diritto le compagini giunte seconde nei raggruppamenti interregionali.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Foto Leonardo Luccerini

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X