facebook twitter rss

“Baldassarri commissariata, si dimetta”:
affondo di Morese sull’incarico a Nuciari

POLITICA - Il coordinatore sangiorgese di Fratelli d’Italia torna sull'incarico di supporto all’ufficio cultura e turismo per l’estate 2018 e individua nel sindaco Loira il responsabile della situazione creatasi
Print Friendly, PDF & Email

“L’Amministrazione Loira affida a Giuseppe Nuciari, dirigente del comune di Montegranaro, il compito di “supportare l’ufficio cultura e turismo per l’estate 2018”. Un supporto, almeno quanto si legge nella delibera, che sconfina addirittura fino al 31 dicembre 2018” abbracciando, oltre il periodo estivo appunto, anche quello delle festività natalizie”.

“Passi che è insolito prendere su commissione un dirigente di un altro Comune con tutti i conflitti d’interesse che questo comporta – commenta Emanuele Morese, coordinatore di Fratelli d’Italia -; passi che questo supporto costerà ai sangiorgesi 2.400 euro senza che siano previsti orari di lavoro o obiettivi precisi da portare a termine; passi pure che questo supporto arriva solo a giugno a stagione iniziata. La domanda nasce spontanea: possibile che non ci fosse nessuno a Porto San Giorgio capace di ricoprire il ruolo di commissario alle feste?”.

“Eppure – continua Morese – a guardare bene tra i banchi di maggioranza, qualcuno c’era. E non faccio riferimento solo alle giovani leve, che tanto bene hanno fatto nella realizzazione di eventi di promozione, ma anche all’ex assessore al turismo e commercio. Possibile, mi chiedo, che Catia Ciabattoni non fosse in grado, disponibile come è sempre stata, di aiutare la nostra povera città? Catia perché non ti cercano più?”.

“Al di là delle battute – aggiunge – a questi semplici interrogativi ne seguono alcuni più inquietanti. Il primo sarebbe: ma cosa ci sta a fare un assessore se poi ha bisogno di una balia da Montegranaro? Nominiamo direttamente Nuciari assessore e finiamola lì. Se l’assessore Baldassarri non sa come organizzarsi perché non è in grado si faccia da parte e lasci il campo a chi se ne intende. Ora però i sangiorgesi si ritrovano con un cartellone estivo di eventi ridotto all’osso, partorito male, con notizie trapelate sui social, e tardivamente. Ciliegina sulla torta? Gli uffici del settore cultura e turismo sono senza dirigente”.

“Ma anche nel caos si continua a spendere in strategie di comunicazione alternative – prosegue – ed è così che a marzo l’assessore Baldassarri ha l’idea del secolo e presenta la nuova mascotte che ci avrebbe portato fuori da ogni problema, fuori da ogni crisi: Giorgino e il Drago. I due cartoni animati, sempre pagati dai cittadini, erano corredati di un fantastico e completo sito di promozione turistica a misura di bambino. Che fine avrà fatto questo progetto? Per ora il nulla. A questo punto solo un uomo può salvarci da questo disastro, ed è lo stesso che lo ha creato: Nicola Loira. Il sindaco, vero grande assente, ci ha lasciati in mani inesperte ed insicure a spese dei cittadini”.

“A dire il vero – conclude polemico Morese – non ho mai amato il settore pubblico, per un motivo. Nel settore privato se non sai fare il tuo lavoro o ti licenziano o perdi il cliente. Nelle pubbliche amministrazioni invece, non solo è possibile che qualcuno ricopra ruoli in cui non ha competenze, ma in caso di fallimento dei risultati nessuno viene licenziato e nessuno paga. Anzi no, qualcuno paga: i cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X