facebook twitter rss

“Grazie perché accendete la primavera”:
il sindaco Calcinaro agli organizzatori della serie “A.Caro” (VIDEO e FOTO)

FERMO - Non un semplice torneo di calcio a 5 ma un condensato di emozioni. Si è chiusa ieri sera, al ricreatorio San Carlo, la serie A.Caro. Al microfono i ragazzi:"Matilde sarai sempre una di noi!".
martedì 12 giugno 2018 - Ore 10:00
Print Friendly, PDF & Email

Al centro, Nicolò Cudini, giocatore e studente del liceo, con il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini. In mezzo la maglia dedicata a Matilde

 

di Nunzia Eleuteri

Le finali del torneo di calcio a 5 della serie A.Caro non hanno deluso le aspettative. Il ricreatorio San Carlo ha accolto centinaia di spettatori dalle 19 del pomeriggio fino a tarda notte di ieri, lunedì 11 giugno. Non è esagerato descrivere l’evento come un condensato di sport e di emozioni, tra tutte il ricordo di Matilde, studentessa del liceo, prematuramente scomparsa poche settimane fa.

 

Mirko Cudini e Paolo Calcinaro

Tra i tantissimi presenti anche il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, l’assessore allo sport, Alberto Maria Scarfini e il presidente AIAC del Fermano (Associazione Italiana Allenatori di Calcio), Mirko Cudini, ex calciatore professionista e genitore di Nicolò, in campo con il III C.

E proprio da Nicolò Cudini, al microfono, sono arrivati i ringraziamenti agli organizzatori del torneo, a don Michele Rogante e ai collaboratori del San Carlo “per il supporto e la sopportazione”, allo sponsor “Over”, all’amministrazione comunale per la vicinanza al torneo studentesco ed infine un toccante ringraziamento a Matilde, a cui i compagni hanno dedicato un minuto di silenzio ad ogni partita. La maglia con il suo nome è stata indossata dai finalisti durante la presentazione ed è stata al centro del campo durante il bellissimo spettacolo pirotecnico pre-gara. Ed un commovente applauso è partito al grido “Matilde sarai sempre una di noi!”.

“Grazie per quello che fate nonostante le tante difficoltà che avete incontrato in questi ultimi anni – così il sindaco Calcinaro ha salutato i ragazzi dell’Annibal Caro – Voi accendete la primavera di questa città; per Fermo, questa vostra passione è importantissima. Non lo dimenticate mai e continuate cosi”.

Parole rafforzate dall’assessore allo sport Scarfini che ha  sottolineato con orgoglio di essere stato uno studente del liceo. Un tifo da stadio ha caratterizzato la serata con una partecipazione di pubblico davvero straordinaria. Il torneo, iniziato il 5 maggio, ha coinvolto ben 20 squadre femminili e 20 maschili tra le classi del liceo classico e liceo delle scienze umane di Fermo, oltre 300 ragazzi in tutto.

È il 4° C di Giada Cesetti ad aver vinto per 2 a O la finale femminile, prima gara in programma.

È finita invece 5-4 ai rigori la finale maschile, dopo la mezzanotte: il III C di Nicolò Cudini ha strappato la vittoria al I B di Ivan Rubino.

Sulle note di “We are the Champion” i ragazzi dell’ultimo anno del classico Annibal Caro hanno alzato la coppa in attesa della prossima seria sfida da vincere: gli esami di maturità.

Un grande “in bocca al lupo” e i complimenti per questa riuscitissima serie di calcio a 5.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X