facebook twitter rss

Alla Poderosa arriva
la guardia Filippo Testa

SERIE A2 - Leva del 1997 prelevato dalla Pallacanestro Trapani, compagine di Serie A2 girone Ovest. "Sono felice di entrare a far parte di questo progetto ed orgoglioso di vestire la maglia gialloblù" le prime parole dell'interessato. Dopo le conferme di Corbett ed Amoroso, prosegue dunque la costruzione della XL Extalight 2018/19
Print Friendly, PDF & Email

Testa in azione sul parquet di Trapani

MONTEGRANARO – La Poderosa Pallacanestro annucnia l’ingaggio per la stagione 2018/19 di Filippo Testa, proveniente dalla Pallacanestro Trapani (Serie A2 girone Ovest). Guardia con già un buon bagaglio di esperienza nonostante i soli 21 anni di età, si andrà ad inserire nel novero dei giocatori under a disposizione di coach Cesare Pancotto e di quello Stefano Vanoncini che lo ha avuto ai suoi ordini nella stagione 2015/16 in quel di Varese.

Nato a Tradate il 7 luglio 1997, Testa prende in mano la palla da basket a 5 anni e dopo due è nella società di casa a Venegono Inferiore, per poi spostarsi ancora bambino alla Pallacanestro Varese. Nelle gloriosa compagine biancorossa conclude tutta la trafila delle giovanili, che gli regalano tantissime soddisfazioni fino al “sogno”: la Serie A.

Tra il 2013 ed il 2016 per lui 30 presenze in panca e 5 partite giocate nel massimo campionato, purtroppo senza la soddisfazione di trovare il canestro. Contemporaneamente, il neo gialloblù ha iniziato a farsi le ossa nelle serie minori: nel 2014/15 e nel 2015/16, infatti, Filippo ha giocato in C lombarda, al Basket 7 Laghi Gazzada, con una prima stagione da 3,3 punti di media ed una seconda da 7,1 a partita. Nel 2016/17 lo sbarco in Serie B con la maglia della Mamy.eu Oleggio, dove si mette in mostra come uno dei giovani emergenti più interessanti del campionato, concludendo una stagione da 9,2 punti e 4,1 rimbalzi a gara.

La bella annata lo porta nel mirino di Trapani, dove però nella passata stagione non ha trovato grandissimo spazio: le sue cifre parlano di 1,9 punti in 7,9 minuti di impiego medio. Nel suo curriculum, anche diverse esperienze con le maglie delle Nazionali giovanili: su tutte quella da capitano agli Europei Under 16 di Kiev 2013, che gli azzurri conclusero ai piedi del podio.

Queste le prime parole della nuova guardia gialloblù: “Sono felice di entrare a far parte del progetto della Poderosa e orgoglioso di vestire questa maglia. Non ho aspettative particolari, vedremo cammin facendo che ruolo potrà ritagliarmi dentro la squadra. Personalmente, voglio crescere e migliorarmi sia dentro che fuori dal campo. La Poderosa ha fatto una grande stagione, migliore della nostra, e dimostra di essere una società che vuole fare bene. Ho già parlato col coach dei suoi progetti per me e della fisionomia che avrà la squadra, sono carico per iniziare questa nuova avventura”.

Queste invece le parole di coach Cesare Pancotto: “E’ un ragazzo in cui intravediamo ampi margini di miglioramento e con forti motivazioni per poter crescere. Ha accettato entusiasticamente la Poderosa e Montegranaro. È un giovane che porterà oltre alle sue capacità tecniche anche energia e passione per il gioco”.

“E’ un giocatore che avevo visto a Oleggio un paio di anni fa e poi ho ritrovato alle finali di Coppa Italia a Jesi dove aveva dato una bella prova di carattere nella partita contro Bologna, senza paura contro avversari di livello come Rosselli, Amici e Italiano – le dichiarazioni del gm Alessandro Bolognesi -. Quella faccia tosta, oltre alle sue qualità tecniche, ci hanno convinto a puntare su di lui”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X