fbpx
facebook twitter rss

Emma e Saverio premiati con le borse di studio dedicate a Lina Cinque Verducci

SERVIGLIANO – I due studenti della scuola media hanno primeggiato rispettivamente nella sezione riservata alle tesine scritte ed in quella dei video
Print Friendly, PDF & Email

Emma Cordari e Saverio Viozzi, studenti della scuola media “Luigi Vecchiotti” di Servigliano, si sono aggiudicati la seconda edizione della borsa di studio “Lina Cinque Verducci, organizzata dalla Casa della Memoria per incentivare la ricerca sulla storia del Campo di Servigliano e ricordare la figura della professoressa Lina Cinque Verducci. La Cordari (classe III F) ha primeggiato nella sezione riservata alle tesine scritte, Viozzi (III E) in quella dei video: a ciascuno è andata una borsa di studio di 250 euro messa a disposizione dalla famiglia Verducci. Non è stato facile il lavoro della giuria, visto l’elevato livello dei testi esaminati. Sono risultati meritevoli di attestati anche i lavori di: Emma Cappella, Gaia Giarelli, Elisa Marinozzi, Filippo Paci e Daniele Pipponzi.

Ecco le motivazioni espresse dalla giuria nel conferire il premio. Miglior tesina: “L’elaborazione è stata sostenuta da una manifesta consapevolezza del valore della vita della persona umana e dalla notevole capacità di analisi e di rappresentazione dei sentimenti che hanno animato coloro che hanno dovuto subire una tragedia estesamente mostruosa ed inconcepibile”. Miglior video: “Per la notevole capacità di legare la ricerca storica alle immagini, alla capacità di sintesi e rappresentazione visiva dell’immane dramma vissuto nei campi di concentramento di Servigliano”.

E’ stata una cerimonia molto emozionante, quella organizzata dalla Casa della Memoria, rappresentata dai vertici Giordano Viozzi, Emidio Pipponzi e Paolo Giunta La Spada. Dopo i saluti del sindaco Marco Rotoni, la dirigente d’Istituto Patrizia Tirabasso ha mostrato commozione nel ricordare Lina Cinque Verducci “una carissima amica, docente impeccabile, sempre attiva con i ragazzi e propositiva in ogni iniziativa”. Il prof. Ciro Bove, componente della giuria, si è complimentato con gli organizzatori per il livello educativo del progetto. La borsa di studio permetterà negli anni di tenere vivo il ricordo di Lina Cinque Verducci, docente della scuola media “Luigi Vecchiotti”, scomparsa prematuramente. Il marito prof. Carlo Verducci e i figli, il senatore Francesco Verducci e Luigi Verducci, non hanno trattenuto le lacrime nel corso della cerimonia. “Grazie alla borsa di studio – è stato ribadito – viene continuamente stimolato l’impegno degli studenti a difesa dei valori di democrazia e libertà. L’attività di ricerca storica condotta sul campo di prigionia e internamento di Servigliano prosegue senza sosta, così come l’impegno civile e culturale dell’Associazione storica Casa della Memoria”.

Al termine della cerimonia, il senatore Francesco Verducci ha omaggiato gli studenti presenti con la copia ufficiale della Costituzione nell’edizione limitata edita dal Senato della Repubblica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X