facebook twitter rss

Nuova questura, il Sap va al Viminale:
“Serve più personale, si rispetti
il decreto del capo della polizia”

FERMO/ROMA - Domani il segretario provinciale Sap, Massimiliano D'Eramo e Alessandro Patacconi, accompagnati dal segretario nazionale, incontreranno alti funzionari del ministero dell'Interno per delucidazioni sulla questura di Fermo
domenica 24 giugno 2018 - Ore 12:32
Print Friendly, PDF & Email

Il segretario provinciale Sap, Massimiliano D’Eramo

La posizione del Sindacato Autonomo di Polizia, in merito alla nuova questura di Fermo, che partirà ufficialmente il prossimo 16 luglio, è chiara da tempo: “Serve un numero di personale adeguato, il sottodimensionamento non è accettabile”. Ed è proprio questo che il Sap, domani, riferirà al ministero dell’Interno cercando, al contempo, delucidazioni, spiegazioni e certezze sull’effettiva dotazione di personale per la nuova questura e la sezione di polizia Stradale di Fermo.

Domani pomeriggio, alle 16, infatti, il segretario provinciale Massimiliano D’Eramo e, per Fermo, Alessandro Patacconi, saranno ricevuti, insieme ad altre sigle sindacali della polizia, al Viminale. Lì incontreranno alti funzionari del dicastero per avere delucidazioni in merito alla nascitura questura. E soprattutto alla sua dotazione organica. D’Eramo e Patacconi saranno accompagnati dal segretario nazionale Sap, Sabbatino Romano. “Da sempre ripetiamo un concetto molto semplice – rimarca D’Eramo – la questura e la nuova sezione di Polizia stradale non possono partire monche. O vengono dotate di un adeguato numero di personale o non ha senso istituirle. Vogliamo che siano rispettati i numeri riportati nel decreto del Capo della polizia di Stato”.

Alessandro Patacconi

“Da tempo, alle istituzioni a tutti i livelli, manifestiamo forti perplessità circa l’effettiva nascita della Questura e della Sezione Polizia Stradale di Fermo. Rispetto ad altri capoluoghi di Provincia della penisola, la Questura di Fermo, arriverebbe a contare poco più di 80 dipendenti. Questo fatto – ha ribadito nelle scorse settimane, dopo un incontro con il prefetto di Fermo, D’Alessandro, proprio D’Eramo – farà si che la neo Questura di Fermo, risulterà ad esempio sotto organico del 59 % rispetto al personale in servizio presso la Questura di Gorizia, del 51% rispetto a quello di Verbania, del 36% a quello di Isernia o del 69% a quello di Nuoro, ciò nonostante le città succitate abbiano un numero di abitanti inferiori rispetto al Capoluogo fermano. Medesimo discorso ovviamente vale per la neo istituenda Sezione della Polizia Stradale che rispetto ad almeno venti province italiane sconta medesime percentuali nella carenza di organico”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X