fbpx
facebook twitter rss

I Sibillini si aprono al Cammino nelle Terre Mutate

MONTAGNA - Oltre 200 chilometri da percorrere a piedi o in bicicletta, da Fabriano a L’Aquila, attraverso i sentieri di due importanti aree protette: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga
Print Friendly, PDF & Email

“Ogni iniziativa che accenda l’attenzione sui territori del Parco, rispettandone l’integrità ambientale e quel suo essere un ecosistema unico ed irripetibile, è assolutamente benvoluta ed anzi sostenuta e promossa dall’Ente che rappresento”, questo il commento di Oliviero Olivieri, presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, alla vigilia della partenza del Cammino nelle Terre Mutate. Si tratta di un tour di oltre 200 chilometri da percorrere a piedi o in bicicletta, da Fabriano a L’Aquila, attraverso i sentieri di due importanti aree protette: il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga.

L’iniziativa, che partirà mercoledì 27 giugno da Fabriano e si concluderà a L’Aquila l’8 luglio, vuol introdurre un nuovo cammino nel cuore dell’Appennino, un percorso di conoscenza e solidarietà, un momento di relazione profonda con l’ambiente e con le persone che vivono nei luoghi trasformati dal sisma.

Perché “nelle Terre Mutate” affermano gli organizzatori “qualcosa è cambiato. La forza della natura ha prodotto mutamenti alla geografia, ai manufatti e soprattutto alle persone, generando storie, protagonisti e progetti di rinascita meritevoli di essere raccontati, conosciuti e soprattutto supportati”.

“Per un lungo tratto questa marcia attraverserà il territorio del Parco – sottolinea Olivieri – e ci auguriamo che i partecipanti sapranno fruirne nella maniera più responsabile possibile, assaporando la straordinaria bellezza e le esperienze di vita che questi luoghi, sia pur feriti dal sisma, riescono a donare a chi abbia la curiosità ed il desiderio di percorrerli”.

L’iniziativa, organizzata da Movimento Tellurico e APE Roma, si avvale della collaborazione di diverse organizzazioni.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X