fbpx
facebook twitter rss

La Malaigia al fianco dei minori disabili: “Anche due anni per la cura di una carie o la pulizia dei denti”

REGIONE - Interrogazione della consigliera leghista sullo stato dell'assistenza odontoiatrica ai pazienti disabili, che ha evidenziato anche il grande lavoro svolto dall'Unità Operativa di Odontostomatologia del Torrette di Ancona
Print Friendly, PDF & Email

“In tutta la regione Marche le cure odontoiatriche saranno gratuite per i minori, i malati gravi, i disabili e i soggetti in condizioni di difficoltà economica. Abbiamo approvato un Programma il 19 marzo 2018 che prevede un’assistenza odontoiatrica gratuita e il trattamento delle urgenze odontoiatriche”. Questo, secondo il consigliere della Lega Marzia Malaigia, l’impegno assunto dalla Giunta Regionale appena tre mesi fa. “Peccato poi che nella realtà non sia corrisposta un’azione mirata e tempestiva a tutela dei soggetti interessati” rimarca la stessa Malaigia al termine dei lavori dell’Aula, durante i quali ha presentato un’interrogazione sullo stato dell’assistenza odontoiatrica ai pazienti disabili.

““Diverse famiglie di disabili stanno infatti registrando – continua – numerosi disagi nel far curare i propri figli per le patologie odontoiatriche, in quanto la struttura che dovrebbe occuparsene non è piu’ in grado di far fronte a tutte le loro esigenze per mancanza di personale. Siamo di fronte ad una situazione in cui i tempi di attesa che un disabile deve affrontare per la cura di una carie o una pulizia dei denti è di circa due anni. Ho ricevuto addirittura segnalazioni sul fatto che il Centro di Odontostomatologia non fa più gli impianti dentali, che invece in moltissimi casi di disabili adulti sono indispensabili. Questo porta ovviamente una famiglia a valutare la possibilità di curarsi presso un ‘altra struttura pubblica, sostenendo il viaggio ed i relativi costi o a curarsi presso una struttura privata, con altrettanti enormi costi””.

“Troppo spesso – sostiene la Malaigia – si presta attenzione alla patologia principale, trascurando ciò che si ritiene di minor importanza. Chi non è a diretto contatto con il mondo della disabilità non avrà mai pensato a come si curano i denti le persone con disabilità gravi. Sono pazienti che per l’assenza di una corretta igiene dentale e per l’eccessivo apporto di cibi zuccherini, sono maggiormente soggetti a problemi dentali e molti di loro, anche solo per un’igiene dentale, devono essere sedati. E per un’operazione addirittura addormentati. Servono pertanto camere operatorie attrezzate e un’équipe di specialisti consapevoli delle patologie e non solo della scienza dentistica”.

Il consigliere regionale evidenzia inoltre che presso l’Ospedale regionale di Torrette esiste l’Unità Operativa di Odontostomatologia, che dal 2005 è stata riconosciuta come Centro di Riferimento Regionale per la prevenzione e cura delle patologie orali nei soggetti disabili. “Un reparto d’eccellenza che fa fatica a funzionare a pieno regime per i ripetuti tagli effettuati nella sanità”.

“E’ una categoria ben presente al sistema sanitario – conclude – che però tarda ad attrezzarsi in maniera adeguata per rispondere alle loro complicate esigenze”.

Nell’atto presentato oggi la Malaigia ha chiesto al presidente e assessore alla Sanità Luca Ceriscioli, quali azioni si intendano mettere in atto per far operare a pieno regime e nel più breve tempo possibile il summenzionato servizio, considerando che la situazione di attuale stallo rappresenta una gravissima e intollerabile violazione dei diritti dei pazienti disabili, i quali continuano ad essere privati di un servizio che migliorerebbe sensibilmente la qualità della loro vita.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X