facebook twitter rss

U16F 3 vs 3: il Porto San Giorgio
scrive una pagina di storia

BASKET - Nella tre giorni disputata in terra pugliese è maturato uno storico secondo posto nelle finali nazionali di categoria. Immensa la gioia nella stanza dei bottoni del sodalizio biancoverde
Print Friendly, PDF & Email

CASTELLANA GROTTE (BA) – Si sono svolte nel week end alle spalle le Finali Nazionali U16F di basket 3 contro 3, disciplina che approderà alle Olimpiadi 2020 di Tokyo. Nella tre giorni pugliese è stato straordinario protagonista il quartetto sangiorgese composto da Rebecca Lattanzi, Lucia Mandolesi, Sarah Seka e Serena Carney, che ha chiuso con un clamoroso secondo posto la manifestazione che assegnava lo scudetto di categoria.

Le giovani biancoverdi, giunte nella suggestiva località pugliese “scortate” dal dirigente Andrea Cipriano, non erano certamente attese tra le favorite per il titolo, ma col passare dei giorni e delle partite hanno attirato le ammirate attenzioni dei numerosi addetti ai lavori presenti grazie a prestazioni spettacolari condite da vittorie sempre più roboanti.

Nella prima giornata di gare, le sangiorgesi sono state protagoniste di un esaltante filotto di vittorie, mietendo vittime illustri e blasonate quali Schio e Sanga Milano. Nella seconda giornata, il quartetto marchigiano ha completato l’opera guadagnandosi l’accesso ai quarti di finale ad eliminazione diretta. Primo avversario della fase finale è stata la formazione dell’Use Basket Empoli (società neo promossa in A1), sconfitta al termine di una partita al cardiopalma. In semifinale poi, anche la Virtus Cagliari deve arrendersi alla trance agonistica di capitan Lattanzi e compagne, che guadagnano l’accesso alla finalissima contro la corazzata Basket Academy La Spezia.

Minuti di commozione vera durante l’esecuzione dell’inno nazionale prima della finale e poi battaglia sportiva senza esclusione di colpi in campo: le sangiorgesi giocano alla pari con le favoritissime spezzine e cedono di misura al termine di 10 minuti di partita intensissima, risoltasi al fotofinish in favore delle liguri.

Grandissima soddisfazione in casa Porto San Giorgio Basket per un risultato che dà lustro alla stagione ed alla storia della società, al termine di un’annata già densa di vittorie memorabili per il gruppo U16. Un premio al lavoro dello staff tecnico, ed in particolare dei coach Sara Ficiarà e Nello Poggi. Un riconoscimento che la società sangiorgese estende alla società del Cab Aurora Jesi: la collaborazione con la compagine jesina ha infatti portato in maglia biancoverde le atlete Serena Carney e Sarah Seka, con l’obiettivo (straordinariamente centrato) di favorirne la crescita sportiva e il raggiungimento di palcoscenici nazionali.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X