facebook twitter rss

”Calciatore bandiera” e
“calciatore settore giovanile”,
i criteri diramati dalla Lega Pro

SERIE C - Il presidente federale competente, Gabriele Gravina, ha firmato quanto contenuto nel comunicato ufficiale diramato stamane che traccerà la rotta nel partente campionato di terza serie nazionale 2018/19. Quadro normativo riguardante la Fermana F. C.
Print Friendly, PDF & Email

Il calcio d’inizio di una partita della Fermana relativa al recente campionato

FERMO – Diramato quest’oggi il regolamento federale che andrà a delineare il quadro da rispettare necessariamente per la composizione delle rose, e di conseguenza con i dovuti riflessi nell’undici che scenderà in campo partita per partita. Di seguito uno stralcio a chiarificare l’intero quadro.

“Le società, indipendentemente dal numero dei calciatori tesserati, nelle gare ufficiali di Campionato devono, pena le sanzioni, utilizzare la “lista calciatori”, composta da un massimo di 22 calciatori come di seguito specificato, fino ad un massimo di n. 14 calciatori nati antecedentemente al 1 gennaio 1996; fino ad un massimo di un calciatore che, indipendentemente dall’età, sia stato tesserato per la medesima società per almeno quattro stagioni sportive anche non consecutive (escludendo dal calcolo la stagione in corso) cosiddetto calciatore bandiera; fino ad un massimo di un calciatore che, indipendentemente dall’età, sia cresciuto nel settore giovanile del club. Per essere considerato tale il calciatore dovrà essere stato tesserato per la medesima società per almeno quattro stagioni sportive anche non consecutive nelle squadre agonistiche del settore giovanile del club (Berretti, Under 17, Under 15, Allievi Prov/Reg; Giovanissimi Prov/Reg, Esordienti) calciatore settore giovanile), i rimanenti posti della lista potranno essere occupati da calciatori nati successivamente al 1 gennaio 1996 (classe di età 1996 e 1997);

I calciatori nati successivamente al 1 gennaio 1998 potranno essere utilizzati senza limitazioni nel numero e senza necessità di inserimento nella lista.

Le società retrocesse dalla Serie B in deroga a quanto previsto al punto 1.1, per la stagione 2018/19, alla luce delle norme di autoregolamentazione in vigore nella serie superiore, solo nel caso in cui al 30 giugno 2018 abbiano in essere contratti con 18 calciatori cd. over, inclusi i cd. bandiera e settore giovanile, validi anche per la stagione 2018/2019, potranno utilizzare 16 calciatori nati antecedentemente al 1 gennaio 1996. In tal caso non potranno essere inseriti nella lista nuovi calciatori over, bandiera o settore giovanile tesserati dopo il 1 luglio 2018.

Resta inteso che le società indicate al comma precedente potranno comunque decidere di non avvalersi della suindicata deroga e potranno quindi presentare una lista calciatori conforme alle disposizioni di cui all’art. 1.1. In tal caso potranno essere inseriti nella lista nuovi calciatori over, bandiera o settore giovanile tesserati dopo il 1 luglio 2018.

La presentazione di liste che non rispettino i suindicati requisiti, verrà a tutti gli effetti considerata come “mancato deposito” e darà luogo all’irrogazione delle sanzioni.

Ai fini del computo delle stagioni sportive (escludendo la stagione in corso) in cui il calciatore bandiera è stato tesserato per la medesima società il tesseramento nel corso di una singola stagione sportiva (dal 1 luglio al 30 giugno dell’anno successivo) deve essere mantenuto continuativamente per un periodo non inferiore a cinque mesi.

La lista può essere variata solo durante il periodo dei trasferimenti. La lista diventa definitiva alla data di chiusura di ciascun periodo dei trasferimenti e quindi non più soggetta a variazioni, sino all’apertura del successivo periodo dei trasferimenti. La lista incompleta può essere integrata sino al massimo numero consentito, anche al di fuori dei periodi dei trasferimenti, esclusivamente a seguito del tesseramento di calciatori svincolati o di calciatori professionisti già tesserati per la società ed inizialmente esclusi dalla lista.

Nel rispetto delle norme generali sui trasferimenti e sul tesseramento dei calciatori, le società possono sostituire in qualsiasi momento nella lista un portiere con un altro portiere, nonché integrare le liste con un portiere, ovvero sostituire in qualsiasi momento un calciatore con cui sia intervenuta una risoluzione di contratto – consensuale o per inadempimento – con un altro calciatore già tesserato per la medesima società o svincolato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X