facebook twitter rss

Tanti tracciati, altrettanti podi
per il team Red Racing

MOTOCROSS - Cinque piloti impegnati sulle piste toscane e marchigiane quanto messo in campo nel fine settimana alle spalle dal sodalizio della presidente Daniela Aleandri, dove ha esordito col botto il nuovo acquisto Graziano Peverieri
Print Friendly, PDF & Email

Compagnone sul podio

FERMO – Domenica di gloria, ennesima, per il Red Racing. I piloti della scuderia della presidente Daniela Aleandri nel week end alle spalle hanno solcato cinque tracciati di gara salendo in altrettanti podi.

Nel Campionato Italiano Senior 125 e Veteran, corso al crossodromo Miravalle di Montevarchi (Ar), nella Veteran MX2 ecco in sella ad una moto fermana il nuovo acquisto Graziano Peverieri, salito sul gradino più alto del podio a consolidare la tabella rossa di leadership. Nello stesso circuito è maturato inoltre il terzo posto per Andrea Terenzi, che continua pertanto a rosicchiare punti alla concorrenza con l’auspicio di raggiungere la vittoria del Campionato.

Per la 125 Senior straordinaria prestazione del dodici volte campione italiano Felice Compagnone, pilota che nonostante i quarantuno anni ha ottenuto ben due secondi posti. Nella seconda manche del fine settimana, in testa con 10” di vantaggio, all’ultimo giro a causa di alcuni doppiati, a poche centinaia di metri dalla bandiera a scacchi, veniva però sorpassato dal leader della classifica del campionato, chiudendo così al secondo gradino del podio. Gli ottimi punteggi delle due ultime gare tutelano però il pilota, a risalire, nonostante la gara in meno causa infortunio, al secondo posto della classifica generale.

Avvicinando l’occhio analitico alle dinamiche di casa nostra, precisamente nel maceratese, a Cingoli si è disputata invece la quarta gara del Campionato Regionale Marche Umbria. Portacolori del sodalizio fermano nella provincia confinante è stato Alessio Zaccaro, elemento che continua a salire sul gradino più alto del podio nella categoria Fast Mx1 Umbria, consolidando così la leadership nello stesso. Eugenio Carletti, nella categoria Challenger, con la “piccola” 125 a due tempi, ha messo tutti dietro di se, anche le potenti 450 a quattro tempi, facendo sue tutte e due le batterie per salire così sul gradino più alto del podio.

Una caduta accorsa sabato, durante la sessione di prove libere, ha costretto invece Matteo Bacianini a non poter disputare la gara della domenica a venire.

Tenendo sempre in considerazione il sabato, precisamente la sera, ecco il suggestivo Trofeo Uisp in notturna. Teatro dell’appuntamento il “Guido Catini” di Grottazzolina, in scena  Leonardo Ruggeri e Marco Zinni. Il primo, Ruggeri, si è districato egregiamente con la 125 a due tempi, non pagando pegno al cospetto delle potenti quattro tempi sia nella Mx1 che nella Mx2. Bene nella prima classe, dove ha ottenuto un buon quinto posto, nella Mx2 una scivolata lo ha costretto alla ripartenza dall’ultima posizione, da dove fortunatamente ha recuperato fino a metà gruppo. Marco Zinni invece, impegnato nella categoria Hobby Mx2, ha goduto di miglior sorte rialzandosi da una caduta durante la prima manche, pervenendo fino alla quinta posizione, migliorata di un gradino nella replica di giornata.

Paolo Gaudenzi

 

Fotogallery

Peverieri e Terrenzi sul podio

Marco Zinni

Leonardo Ruggeri

Zaccaro in trionfo

Carletti alla partenza


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X